Dal 3 giugno in aumento i treni regionali

Una normalità ancora lontana

In quest’ultima settimana Trenitalia ha registrato un incremento sui treni regionali dovuto al ritorno al lavoro di molti.

Una normalità ancora lontana visto che i numeri attuali rappresentano il 23% di coloro che solitamente viaggiavano nel periodo precedente al Covid-19.

La situazione migliora e ad oggi tutto sta funzionando come da disposizioni: distanziamento, mascherina, guanti, lavaggio mani.

Con il via libera allo spostamento tra Regioni e il nuovo orario di Trenitalia con il sopraggiungere della stagione estiva è in arrivo un aumento dell’offerta.

Per quanto riguarda la realtà del cuneese dal 3 giugno tornano a circolare i treni Regionali veloci 10202 Cuneo (5.24)-Torino (6.35), il Regionale 4683 Fossano (8.22)-San Giuseppe di Cairo (solo dal lunedì al venerdì), il RV10219 Torino (21.25)- Cuneo (22.36).

Nessuna novità a riguardo la linea Saluzzo-Savigliano che è ancora gestita con i bus e della Bra-Cavallermaggiore che non risulta non attiva.

Il 14 giugno inoltre dovrebbero tornare a circolare le due coppie di treni sul Tenda.