Colle dell’Agnello, ordinanza francese di chiusura temporanea del valico

Il vice presidente Manavella: “Come Provincia siamo pronti a procedere con lo sgombero neve, ma c’è una questione di emergenza sanitaria che va al di là delle nostre competenze”.

Con l’ordinanza di chiusura temporanea del colle dell’Agnello, emessa dalle autorità francesi del Dipartimento francese delle Hautes Alpe, il valico transfrontaliero resterà chiuso fino al termine dell’emergenza sanitaria da Covid-19. L’ordinanza del 17 aprile 2020, a firma del presidente Jean-Marie Bernard, prevede la chiusura al traffico motorizzato e al passaggio pedonale dei colli dell’Echelle e dell’Agnello oltre il periodo abituale, che in genere è all’inizio di giugno e fino al termine dell’emergenza sanitaria. Il documento fa riferimento all’impegno prioritario delle forze di polizia e di gendarmeria nella gestione della crisi sanitaria, il transito sarà consentito soltanto ai mezzi di soccorso e in casi di emergenza.

“La questione dei tempi di apertura del colle dell’Agnello – spiega il vice presidente Flavio Manavella – quest’anno è legata inevitabilmente alle decisioni che verranno adottate a livello nazionale francese e italiano in situazione di emergenza coronavirus. Come Provincia di Cuneo siamo pronti come gli anni scorsi a procedere con lo sgombero neve e attendiamo che ci vengano fornite direttive al riguardo dagli enti superiori. Chiaramente è una questione che va al di là delle nostre competenze, riguardando problemi di salute pubblica nazionale. Speriamo che la situazione evolva in senso positivo perché l’apertura estiva del colle è fondamentale per la stagione turistica della valle Varaita”.