Borse di studio anticipate per gli studenti al primo anno della laurea magistrale

Come rileva l’assessore regionale al Diritto allo Studio universitario, Elena Chiorino, “vogliamo sostenere gli studenti piemontesi meritevoli, anticipando di fatto l’erogazione delle borse per un numero significativo di persone, in un momento di oggettiva difficoltà”.

La Regione Piemonte anticipa l’erogazione della rata della borsa di studio a centinaia di studenti universitari meritevoli.

Fino ad ora la normata statale prevedeva che per gli aventi diritto iscritti al primo anno di laurea magistrale a ciclo unico il pagamento della prima rata, ammontante al 25%, avvenisse a fine dicembre e il restante 75% a novembre dell’anno successivo a condizione di aver conseguito nel frattempo un minimo di 20 crediti entro il 1° agosto dell’anno successivo. Edisu Piemonte aveva già provveduto, negli anni passati, a velocizzare l’erogazione, consentendo il pagamento a giugno della seconda rata a chi avesse conseguito i crediti necessari entro il 30 aprile.

Riscontrato che questo obiettivo quest’anno potrebbe essere proibitivo e obbligare parecchi studenti ad attendere novembre, la Regione, su suggerimento di Edisu, ha previsto una nuova scadenza al 30 giugno. Gli aventi diritto che a quella data avranno conseguito i 20 crediti potranno ottenere l’anticipo della seconda rata già a luglio, senza dover attendere novembre, mentre nulla cambia per chi riesce a raggiungere a farcela per il 30 aprile.

Come rileva l’assessore regionale al Diritto allo Studio universitario, Elena Chiorino, “vogliamo sostenere gli studenti piemontesi meritevoli, anticipando di fatto l’erogazione delle borse per un numero significativo di persone, in un momento di oggettiva difficoltà. A compensare la totale assenza di segnali del Governo ci pensa ancora una volta il Piemonte, che dimostra di esserci anche quando occorre fare da soli”.