ATL del Cuneese e comune di Limone rinnovano la convenzione per la gestione dell’ufficio turistico IAT

L’Ufficio Turistico di Limone Piemonte, gestito dall’ATL dal 2017, è stato oggetto negli ultimi anni di importanti migliorie come la dotazione di un monitor esterno e di un display digitale, di espositori per il materiale turistico informativo, nonché di nuovi dispositivi informatici (hardware e software), garantendo operatività su tutto l’arco dell’anno.

Limone P.te. È stata siglata in questi giorni, da parte del Sindaco di Limone Piemonte Massimo Riberi e del Direttore f.f. dell’ATL del Cuneese Daniela Salvestrin, la convenzione per il rinnovo della gestione dell’Ufficio Turistico IAT collocato al piano terra dell’edificio municipale di Limone. “Con questa firma – comunicano Mauro Bernardi e Daniela Salvestrin, rispettivamente Presidente e Direttore f.f. dell’ATL del Cuneese – si rinnova la fiducia posta dal Comune di Limone nei confronti dell’operato della nostra azienda. L’Ufficio Turistico di Limone Piemonte, gestito dall’ATL dal 2017, è stato oggetto negli ultimi anni di importanti migliorie come la dotazione di un monitor esterno e di un display digitale, di espositori per il materiale turistico informativo, nonché di nuovi dispositivi informatici (hardware e software), garantendo operatività su tutto l’arco dell’anno. Gli orari sono stati rimodulati ed ampliati per venire incontro alle esigenze di turisti e operatori locali.”

“Rinnoviamo la convenzione con soddisfazione – dichiarano congiuntamente il Sindaco di Limone Piemonte Massimo Riberi e il Vicesindaco e Assessore al Turismo Rebecca Viale – La scelta di affidare la gestione dell’ufficio turistico di Limone all’ATL del Cuneese, intrapresa dalla precedente amministrazione, si è rivelata vincente. Per questo abbiamo deciso di proseguire la collaborazione, perché siamo contenti di come l’attività di informazione e accoglienza turistica sia stata svolta in questi anni, grazie all’impiego di personale competente e qualificato, e nell’ottica di garantire una continuità gestionale ancora per i prossimi cinque anni.”