Adottate misure per evitare la movida

Si avvicina il primo fine settimana con gli esercizi di somministrazione aperti e la Regione segue la linea della prudenza

Nella videoconferenza odierna, alla presenza del governatore del Piemonte Alberto Cirio, la sindaca di Torino Chiara Appendino, il prefetto Claudio Palomba, e i vertici di Polizia, Carabinieri, e Guardia di Finanza, è stato confermato il pacchetto di misure adottate per mantenere alta l’attenzione per evitare il riaccendersi di focolai di coronavirus: mascherine obbligatorie anche all’aperto quando ci sia il rischio di assembramenti, e sempre nei parcheggi e nelle aree antistanti i centri commerciali e i supermercati, divieto di vendita di alcolici da asporto dopo le 19 nelle aree della movida, e chiusura di bar e ristoranti all’1 di notte.

In vista del primo fine settimana con gli esercizi di somministrazione aperti anche in Piemonte, Regione, Comune di Torino, Prefettura e Questura danno quindi il via al pacchetto di misure contro gli assembramenti concordato ieri.

” Fin dall’inizio dell’emergenza abbiamo seguito linea di grande prudenza, – ha spiegato Cirio – la cautela è d’obbligo, noi vogliamo riaprire tutto ma farlo per sempre. Abbiamo stabilito alcune misure per evitare la movida, e l’attenzione sul loro rispetto sarà altissima”.