A Peveragno parchi ed aree gioco restano chiusi. Il sindaco Renaudi: “norma inapplicabile”

"Speriamo qualcuno si rilegga ciò che ha scritto e prenda provvedimenti"

Peveragno. L’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio consente ai comuni, purchè vengano rigorosamente rispettati il divieto di assembramento ed il mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, di riaprire i parchi e le aree gioco per bambini.

Contestualmente viene demandata al gestore (dunque al Comune nel caso di spazi pubblici) la responsabilità di assicurare il necessario personale per la pulizia periodica degli arredi (pulizia approfondita e frequente delle superfici più toccate, almeno giornaliera) con detergente nonchè il personale che si occupi della supervisione degli spazi (il controllo del rispetto del distanziamento, l’accompagnamento dei minori, ecc.).

“Una norma inapplicabile per un Comune” scrive sul suo profilo facebook il sindaco di Peveragno, Paolo Renaudi, che conclude: “Quindi per il momento, e fino a quando la norma rimarrà tale, i parchi giochi non potranno riaprire. Speriamo qualcuno si rilegga la norma che ha scritto e prenda provvedimenti”