Telefono solidale albese

Un numero di telefono dedicato al quale rivolgersi per gestire le diverse problematiche o anche solo per ricevere una parola di conforto. Questo è il Telefono solidale che Alba rivolge ai suoi concittadini

Da oggi, martedì 14 aprile, è attivo il Telefono Solidale, un servizio dedicato all’ascolto e al conforto per i cittadini albesi. Chiamando il numero 339/5633643, dal martedì al sabato dalle 15 alle 18, si potranno ottenere informazioni, orientamento ai diritti, ascolto dei bisogni, supporto relazionale ed educativo. Si tratta di un’iniziativa che nasce dalla collaborazione tra Comune di Alba, Consorzio Socio-Assistenziale Alba-Langhe-Roero e Associazione Pons per partecipare al bando della Fondazione Compagnia di San Paolo dedicato all’emergenza Covid 19. La nuova linea telefonica si affiancherà a quella già operativa del Consorzio Socio-Assistenziale.

Riceviamo quotidianamente telefonate in Comune di albesi alla ricerca di risposte concrete e puntuali su come gestire singole problematiche o anche solo per ricevere una parola di conforto e sentirsi meno soli in questo momento – dichiara il sindaco Carlo Bo -. Questo, così come altri servizi attivati da inizio emergenza sul fronte sociale, dalla consegna a domicilio di medicinali e viveri ai buoni spesa alla distribuzione di pc e di mascherine, nasce dalla volontà di supportare il più possibile i nostri concittadini, rispondendo alle loro richieste e ai loro bisogni”.

Per Elisa Boschiazzo, assessore ai Servizi Sociali e assistenziali:Il progetto è stato presentato alla Fondazione Compagnia di San Paolo il 21 marzo e oggi, grazie all’esito positivo del bando, possiamo concretizzarlo e renderlo operativo. Un servizio possibile grazie alla sinergia con il Consorzio Socio-Assistenziale e il suo direttore Marco Bertoluzzo, l’assistente sociale Giovanna Marrone e l’associazione Pons che ci ha dato spunti importanti e ha presentato il progetto. Alba c’è e come sempre vuole creare servizi fatti da professionisti capaci di gestire situazioni d’emergenza e non basati sull’improvvisazione. Ringrazio tutti gli attori di questo progetto che, in questa fase dell’emergenza, sapranno essere al fianco dei nostri cittadini“.