Quantcast

Liguria blindata per Pasqua

Anche se da tutte le parti piovono annunci che avvertono i cittadini di rimanere a casa, il rischio di vedere tanti italiani sulle strade nel fine settimana pasquale ha portato a un inasprimento dei controlli in tutta la Liguria

Più informazioni su

Un avviso anche per i tanti furbetti che, come è successo lo scorso week end, dalla nostra provincia vorrebbero cercare di andare in Liguria per trascorrere il fine settimana pasquale, in barba ai decreti governativi: giovedì mattina in prefettura a Savona è stato predisposto un piano per contrastare l’arrivo in Riviera di lombardi e piemontesi che hanno la seconda casa al mare. Nel corso del vertice, che ha visto la partecipazione di tutti i rappresentanti delle forze dell’ordine, è stato deciso che saranno attivati posti di blocco in tutti i caselli delle Autostrade A10 e A6, intensificati i controlli sulle strade statali e provinciali che collegano le province liguri limitrofe e il Piemonte al mare o all’entroterra savonese. Anche le stazioni ferroviarie saranno presidiate in coincidenza con gli orari di passaggio dei treni.

Sull’onda del messaggio lanciato dal presidente di Regione Liguria Giovanni Toti: “State a casa, la Liguria è chiusa per Pasqua” si è così creato un fronte compatto per evitare che qualcuno valichi gli Appennini e arrivi in terra ligure dove, per altro, è  vietato anche l’accesso alle spiagge dopo che i sindaci, con ordinanze  ad hoc, hanno chiuso gli accessi agli arenili.

Da questa mattina le forze dell’ordine-polizia, guardia di Finanza, polizie locali, protezione civile regionale- saranno schierate ovunque, pronte a multare i trasgressori e a costringerli a un immediato ritorno al domicilio.

Più informazioni su