Quantcast

L’appello “DigitaLibera” per la ricerca di materiale informatico

L'appello “DigitaLibera” per la ricerca di materiale informatico inutilizzato da donare agli allievi delle Scuole Primarie e Medie degli Istituti Comprensivi cuneesi che non dispongono di sufficienti strumenti informatici con cui seguire la didattica a distanza

L’associazione di volontariato “Liberavoce”, espressione del presidio cuneese di Libera, e l’Assessorato ai Servizi Scolastici del Comune di Cuneo, in collaborazione con l‘Istituto Tecnico Industriale Statale “Mario Delpozzo”, lanciano l’appello “DigitaLibera” per la ricerca di materiale informatico inutilizzato da donare agli allievi delle Scuole Primarie e Medie degli Istituti Comprensivi cuneesi che non dispongono di sufficienti strumenti informatici con cui seguire la didattica a distanza.

L’appello, inviato a tutti coloro che hanno attrezzature informatiche inutilizzate da donare (pc, portatili, tablet, smartphone, stampanti, webcam, mouse, tastiere, cavi USB, alimentatori), è di contattare l’associazione LiberaVoce alla mail liberavocecuneo@gmail.com o al numero 339-1353708 (referente Paolo Macagno).

L’associazione Liberavoce, grazie ai suoi volontari, provvederà a raccogliere su appuntamento le attrezzature donate, quindi a ricondizionarle e rimetterle a nuovo, per quanto possibile, con la preziosa collaborazione di alcuni studenti dell’Itis di Cuneo.

L’appello è anche rivolto a tutti coloro che vogliono aiutare a ricondizionare l’attrezzatura e che possono quindi contattare l’associazione Liberavoce ai riferimenti sopra indicati.

Dopo la sistemazione, Liberavoce provvederà a consegnare il materiale informatico, a titolo gratuito, direttamente alle famiglie che manifesteranno questa necessità alla propria scuola.

Inoltre, i volontari di Liberavoce, alcuni studenti dell’Itis e quanti vorranno rispondere anche a questo appello, potranno fornire assistenza telefonica e da remoto alle famiglie che ne faranno richiesta mediante numeri telefonici dedicati.

L’organizzazione logistica sarà concordata con la Protezione Civile e il Centro Operativo Comunale.