Il Buongiorno di Cuneo24

Nel 2002 in Venezuela un golpe, supportato dagli Stati Uniti e da importanti gruppi economici internazionali, costringe il presidente Hugo Chávez alle dimissioni

Cuneo. Il sole è sorto alle 6:48 e tramonta alle 20:14. Durata del giorno tredici ore e ventisei minuti.

Santi del giorno
Santo Stanislao, vescovo e martire.
San Barsanofio, eremita.
Santa Gemma Galgani, vergine.

Avvenimenti
1954 – Ne avete mai sentito parlate? Se non vi viene in mente alcun evento storico o sportivo, è perché non ce ne furono. Né incidenti, né tragedie, processi, gossip: niente di niente. L’11 aprile 1954 è il giorno delle “non notizie” e proprio per questo, paradossalmente, può essere considerato un giorno da ricordare, proprio per il suo primato: il giorno più noioso della storia dell’uomo dal 1900 ad oggi. A definirlo tale è stato William Tunstall-Pedoe, docente di scienze politiche dell’Università di Cambridge, che ha impegnato il suo tempo proprio alla ricerca del giorno in cui nulla di rilevante è accaduto, immettendo in uno speciale software, chiamato True Knowledege o Vera conoscenza, oltre 300 milioni di titoli di giornali, con le relative notizie, riguardanti fatti importanti o più marginali su persone, luoghi e avvenimenti.
1975 – Italia, riforma radiotelevisiva: lottizzati i telegiornali RAI ai partiti.
2001 – Sassari sbanca il Superenalotto. 18 miliardi di vecchie lire, circa 9 milioni di euro, che cambiarono la vita a una famiglia e scatenarono una grande festa al bar Massidda, dove venne giocato il tagliando fortunato.
2002 – Venezuela: un golpe supportato dagli Stati Uniti e da importanti gruppi economici internazionali costringe il presidente Hugo Chávez alle dimissioni.

Nati in questo giorno
Aleandro Baldi – Noto cantautore italiano, non vedente dalla nascita. La carriera artistica inizia nel 1986, quando viene scoperto dal produttore discografico Giancarlo Bigazzi. Partecipa, nella “Sezione giovani”, al Festival di Sanremo con la canzone “La nave va”, da lui stesso composta e arrangiata, e si classifica secondo. Con l’omonimo album di esordio Baldi inizia a conquistare i favori del pubblico e trionfa, sempre nella sezione giovanile, a “Un disco per l’estate”. La consacrazione come uno dei migliori cantautori italiani arriva nel 1992 quando, in coppia con Francesca Alotta, vince la categoria “Nuove Proposte” della rassegna canora sanremese con Non amarmi: brano che rimarrà primo in classifica per dodici settimane. Sempre nel 1992 vince anche “Un disco per l’estate” e il “Cantagiro”, imponendosi col brano Il Sole. Nel 1994, tornato sul palco dell’Ariston tra i “Campioni”, con la canzone Passerà si piazza al primo posto della classifica finale, conseguendo quel successo a lungo cercato. Dopo diverse esibizioni e partecipazioni a rassegne canore, Baldi decide volontariamente di allontanarsi per un po’ dal clamore. Intanto, nel 2000, la versione spagnola di “Non Amarmi”, interpretata da Jennifer Lopez e Marc Antony, vende 8 milioni di copie, dando all’artista toscano popolarità a livello internazionale. Un consenso che lo invoglia, nel 2002, a pubblicare la raccolta “Il meglio e il nuovo”. Nel 2005, inoltre, il quartetto “Il Divo” rivisita “Passerà” e scala tutte le classifiche del mondo con oltre 3 milioni di album venduti. Nel 2007, decide di rimettersi in gioco con l’album “Liberamente tratto”, che sarà ispiratore anche di un nuovo tour nazionale. Due anni dopo riceve il Premio Mia Martini Speciale «per avere portato la musica italiana nel mondo». Festeggia 61 anni.
Renato Cesarini (1906/1969) – E’ stato un calciatore e allenatore di calcio italiano di origine argentina. In Italia ha giocato, dal 1929 al 1935, nella Juventus (129 le presenze in serie A, con 46 reti), vincendo cinque scudetti. A livello di Nazionali ha indossato due volte la maglia dell’Argentina e, da oriundo, undici volte quella dell’Italia, segnando tre gol. Da allenatore ha guidato la stessa Juventus dal 1946 al 1948, classificandosi secondo dietro al “Grande Torino”, e dal 1959 al 1961, conquistando due scudetti e una Coppa Italia Da allenatore ha guidato la stessa Juventus dal 1946 al 1948, classificandosi secondo dietro al “Grande Torino”, e dal 1959 al 1961, conquistando due scudetti e una Coppa Italia. Ma il suo nome è noto anche ai giovani sportivi del terzo millennio per la cosiddetta Zona Cesarini, locuzione ancora oggi molto utilizzata (per esempio è il titolo di un programma di approfondimento sportivo di RadioRAI), non solo in ambito sportivo. L’espressione deriva dal fatto che il 13 dicembre del 1931 segnò una rete, come già era avvenuto in campionato, all’ultimo minuto di gioco durante la partita amichevole Italia-Ungheria, ispirando ai cronisti sportivi di allora la coniazione del termine “zona Cesarini” per indicare il segnare nei minuti finali di una partita.

Eventi sportivi
1947 – USA: Jackie Robinson è il primo giocatore afroamericano a disputare un incontro della Major League di baseball.

Proverbio/Citazione
La vite che viene potata in aprile, lascia svuotato ogni barile.
“La maturità non sta nei capelli bianchi o nella serietà eccessiva, ma nelle scelte e nelle decisioni che si prendono.” Primo Levi