Ritardata apertura di Verduno

Annunciata per oggi dal governatore Cirio e dall'assessore Icardi, l'apertura del Covid Hospital di Verduno è stata rinviata di un giorno per consentire una rapida formazione ai 10 medici neolaureati che opereranno nella struttura

Più informazioni su

Doveva aprire ufficialmente oggi, come annunciato dal governatore Alberto Cirio e dall’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi, quando era previsto l’arrivo dei primi 20 pazienti affetti da covid-19 provenienti da Torino, ma il Covid Hospital di Verduno deve rimandare l’avvio dell’operatività di un giorno. Il motivo è nella necessità, emersa ieri, di far compiere ai medici neolaureati assunti nella struttura una giornata di formazione nei reparti covid-19 attualmente operativi presso l’ospedale San Lazzaro. La decisione è stata presa dal direttore dell’Asl Cn2, Massimo Veglio e dal commissario straordinario Giovanni Monchiero e viene spiegata con la necessità di permettere ai dieci giovani medici neoassunti di avere una maggiore consapevolezza del lavoro che sono chiamati a svolgere.

Se oggi tutto è andato come previsto, questa sera verrà presa la decisione di iniziare l’attività domani, martedì 31 marzo.

Più informazioni su