Fossano, la giunta individua un fondo di 300.000 € per il rilancio economico post emergenza COVID-19

Come già vi avevo anticipato qualche settimana fa in una delle mie prime dirette con la mia giunta, assieme al presidente della commissione finanze Luca Avena, ci siamo attivati per individuare le misure economiche da mettere in atto per ripartire dopo questo periodo

Più informazioni su

Fossano. «Come già vi avevo anticipato qualche settimana fa in una delle mie prime dirette con la mia giunta, assieme al presidente della commissione finanze Luca Avena, ci siamo attivati per individuare le misure economiche da mettere in atto per ripartire dopo questo periodo» quanto spiegato dal sindaco di Fossano Dario Tallone in una diretta sulla sua pagina Facebook.
Al momento la giunta ha rinviato al 30 settembre, con promessa che se l’emergenza andrà avanti verranno adattate ulteriori proroghe:
Cosap – canone occupazione suolo pubblico
TARI – Tassa Rifiuti
• Fitti attivi comunali
«Ho poi chiesto personalmente agli uffici comunali di verificare la fattibilità di una eliminazione totale di queste, di andare quindi a scorporare le quote per i giorni che le attività sono state chiuse. Non è giusto ad esempio che un bar continui a pagare il suolo pubblico pubblico per un dehor che non sta utilizzando» continua il primo cittadino.
Per far fronte a questa, e altre situazioni, è stato individuato un apposito fondo superiore ai 300.000€.
Verranno poi restituite alle famiglie le quote della tariffa scuolabus per i giorni in cui questo non è stato utilizzato causa la chiusura delle scuole.
«La prima azione da adottare quando sarà finita l’emergenza sarà convocare un tavolo con le associazioni di categoria e valutare assieme a loro quelle che sono le principali criticità su cui intervenire immediatamente in attesa di quelli che saranno gli interventi dal Governo centrale e dalla Regione».

Più informazioni su