“Conte scaricabarile. 8000 sindaci italiani lasciati a se stessi”

Casoni (FdI): " Il governo ha di fatto avocato completamente al proprio ruolo, dimostrando di non essere capace di tutelare i lavoratori e i cittadini che stanno affrontando la crisi con grandissima dignità, ma con profonda e crescente preoccupazione"

Scrive William Casoni, coordinatore della provincia di Cuneo di Fratelli d’Italia.

Nel momento di estrema difficoltà che stiamo vivendo, si chiama spesso all’unità nazionale. Unità che però deve rimanere solo negli intenti e che il Governo pretende si traduca in bieca approvazione dell’operato estremamente critico e discutibile del suo Presidente del Consiglio.
Il recente annuncio di Giuseppe Conte sui quattro miliardi di euro destinati ai comuni altro non è che uno specchio per le allodole. Si tratta semplicemente di un anticipo di liquidità: un versamento già previsto sulla base del fondo di solidarietà cui i Comuni italiani hanno diritto. E allo stesso modo gli ulteriori 400 milioni stanziati con lo scopo, purtroppo solo apparente, di aiutare i più bisognosi a fare la spesa, sono anch’essi parte di una cifra già dovuta ai nostri Comuni, ma che è semplicemente stata anticipata.
Questo approccio portato avanti dal Consiglio dei Ministri mette poi in grandissima difficoltà i Sindaci, che, lasciati completamente a se stessi, si vedono delegati a gestire con risorse limitatissime il problema estremamente serio di molte persone che si trovano in situazione di crescente difficoltà. Il governo ha di fatto avocato completamente al proprio ruolo, dimostrando di non essere capace di tutelare i lavoratori e i cittadini che stanno affrontando la crisi con grandissima dignità, ma con profonda e crescente preoccupazione. Non è bastato l’affronto alle Partite IVA e ai liberi professionisti, che si sono visti assegnare un’elemosina la cui erogazione tarda ancora ad arrivare. Ora, lo schiaffo ai Sindaci, che non avranno i mezzi per tutelare efficacemente i residenti nei
loro Comuni. Si è inaugurata una stagione di darwinismo sociale senza precedenti, e a farne le spese saranno sempre e soltanto i cittadini italiani.
Fratelli d’Italia chiede azioni incisive e forti a livello locale e nazionale. Azioni che sono ora più che mai fondamentali, affinché il nostro Paese possa rialzare il capo e ottenere la dignità che merita.