Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“La psichiatria del Santa Croce e Carle è eccellenza rara in una disciplina così difficile”

"siamo stati accolti, paziente e famiglia, con grande umanità, delicatezza e attenzione ai bisogni specifici della persona ricoverata e tutta l’equipe medica e infermieristica si è prodigata con empatia e professionalità per risolvere il problema di salute nel minor tempo possibile"

Più informazioni su

Scrive una lettrice di Cuneo24.

Gentilissimo Direttore,
per diretta esperienza personale, desidero informare e rassicurare tutte le famiglie e le persone affette da disturbo psichico che nella nostra realtà locale Cuneese è presente una struttura di Psichiatria che rappresenta una rara eccellenza in una disciplina così difficile.
Ad oggi purtroppo, la diagnosi e la cura del disturbo psichico, a differenza di altri problemi di salute, non può avvalersi degli esami di laboratorio, della diagnostica strumentale o in generale del supporto della tecnologia e di conseguenza il contributo del medico Specialista è fortemente determinante. In questo ambito l’appropriatezza e l’efficacia della terapia si fondano prevalentemente sul valore dello Psichiatra in termini di conoscenze, competenze, sensibilità, capacità analitica e senso clinico. Nella Struttura di Psichiatria dell’Ospedale Santa Croce e Carle siamo stati accolti, paziente e famiglia, con grande umanità, delicatezza e attenzione ai bisogni specifici della persona ricoverata e tutta l’equipe medica e infermieristica si è prodigata con empatia e professionalità per risolvere il problema di salute nel minor tempo possibile. Il recupero, che è stato definito sbalorditivo, ha concesso il ritorno ad una vita autentica, in particolar modo grazie alle cure della Dott.ssa Corradina Esposito, le cui qualità umane e di clinico sono note su tutto il territorio nazionale. Naturalmente a tutta l’equipe va la nostra profonda gratitudine e riconoscenza per l’accoglienza e le cure ricevute.

Lettera firmata

Più informazioni su