Quantcast

Cuneo, sorpresa nel cassonetto

Slovacco senza fissa dimora si ripara dal freddo della notte chiudendosi dentro un cassonetto della spazzatura. Portato in ospedale e curato ha rifiutato il ricovero e ha ripreso il suo vagare per il mondo

Più informazioni su

Una donna, passando nella zona tra il Santa Croce e il Movicentro intorno alle 8.30 di mattina, ha sentito dei rumori provenire da un cassonetto. Allarmatasi ha chiamato il 112. Al loro arrivo gli uomini della Volante hanno aperto il cassonetto al cui interno hanno trovato un uomo di 42 anni, cittadino slovacco, che aveva cercato rifugio li dentro per ripararsi dal freddo della notte.

Gli agenti hanno provveduto ai primi soccorsi e hanno anche dato dei soldi al malcapitato, poi hanno chiamato il 118 che ha provveduto a trasportare l’uomo al vicino ospedale. Lo slovacco era in preda ai fumi dell’alcol, ingerito per tentare di scaldarsi un pò. Passati gli effetti della bevuta ha rifiutato il ricovero e se ne è andato. Si tratta di un uomo senza fissa dimora, di passaggio a Cuneo, che non si è reso conto del pericolo che poteva correre nel caso fosse passato il mezzo per la raccolta dei rifiuti

Più informazioni su