Quantcast

Il pilota Nicola Dutto ha concluso la “sua” impresa

Un team eroico ha portato a termine l'Africa Eco Race 2020

Cuneo. Nicola Dutto ha realizzato il suo sogno. Appena un anno dopo la squalifica dalla Dakar 2019 ieri, domenica 19 gennaio, il pilota beinettese ha tagliato il traguardo dell’Africa Eco Race.

In classifica ha raggiunto la 47ema posizione ma per lui non era importante come arrivare ma arrivare alla fine.

Ad affiancarlo in questa impresa i ghost riders Stefano Baldussi e Julian Villarrubia, i meccanici Alberto Moschera e Stefano Caputo, la moglie Elena Foi e Massimo Camia.

Mai nessuno pilota paraplegico prima di lui era riuscito a concludere, gareggiando con i piloti normodotati, in moto un rally come l’Africa Eco Race.

Nonostante i problemi tecnici sono arrivati alla fine come ha appunto detto Nicola una volta raggiunto il lago Rosa nel video registrato da una Elena che non riusciva a trattenere l’emozione “Un’avventura di 15 giorni impressionanti con il buono e il brutto, le paure e i momenti belli.”

Nicola durante la gara, lo scorso 13 gennaio, ha anche festeggiato i suoi 50 anni in sella alla sua Ktm Exc-F in mezzo al Sahara: non poteva chiedere di meglio.

Riportiamo le parole della moglie Elena, che in questi 15 giorni ha costantemente aggiornato amici e followers su ogni tappa, postate ieri mattina sul suo profilo nella quali è racchiuso il vero live-motiv dell’eroico team:
“Il nostro credo in questi 15 giorni, ripetuto, sentito, messo in atto. Dovete guardare il compagno che avete accanto, guardarlo negli occhi; io scommetto che ci vedrete un uomo determinato a guadagnare terreno con voi, che ci vedrete un uomo che si sacrificherà volentieri per questa squadra, consapevole del fatto che quando sarà il momento voi farete lo stesso per lui. Questo è essere una squadra signori miei. Perciò o noi risorgiamo adesso come collettivo, o saremo annientati individualmente. Nicola, siamo stati le tue vele.. e tu il nostro vento…