Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cuneo, Luciano Violante presenta il nuovo libro “Colpire per primi”

Sabato 8 febbraio, ore 16 presso il cinema Monviso

Cuneo. Una nuova anteprima di scrittorincittà. Sabato 8 febbraio Luciano Violante presenterà il nuovo libro Colpire per primi: la lotta alla mafia spiegata ai giovani (Solferino).

«Non voglio parlarvi della mafia come protagonista, ma come obbiettivo di una lotta per l’onestà. Voglio spiegarvi perché Borsellino, Chinnici, Falcone, La Torre, Mattarella e molti altri sono stati uccisi, spiegare come sono cambiati gli strumenti per combattere questa guerra e dirvi dei risultati che abbiamo conseguito come di quello che ancora dobbiamo e possiamo fare.»

Ci sono molte storie della criminalità organizzata, ma poco è stato scritto sull’antimafia, su cos’è davvero e cosa ha fatto negli ultimi cinquant’anni. Lo fa Luciano Violante in questo libro che ricostruisce eventi, protagonisti e significato di una battaglia in corso che lo ha visto impegnato a lungo in prima persona.

Una ricostruzione puntuale e appassionata, indirizzata anzitutto alle nuove generazioni, che racconta le storie di giornalisti, amministratori, poliziotti, giudici, sacerdoti, anche dei meno noti; ma anche la battaglia per la confisca dei beni sequestrati, l’introduzione di misure carcerarie, lo scioglimento dei consigli comunali, le commissioni antimafia e le grandi inchieste fino al processo Andreotti e alla presunta trattativa tra Stato e mafia.

Una storia civile che non possiamo dimenticare e un appello autorevole per il futuro che aiuta a comprendere che la mafia non è un mostro invincibile ma un’organizzazione di uomini e donne che si può combattere cercando anzitutto di «colpire per primi» con l’educazione alla legalità, a partire dalla scuola e dai più giovani.

Con Luciano Violante dialoga Paolo Giaccone.

Luciano Violante, già professore ordinario di diritto e procedura penale all’Università di Camerino e a lungo magistrato e parlamentare del Pci, del Pds e dei Ds, è stato presidente della Camera dei Deputati e presidente della Commissione antimafia. Per Einaudi ha curato alcuni volumi degli Annali della Storia d’Italia. Come autore ha pubblicato tra l’altro Non è la piovra (1994), Un mondo asimmetrico (2003), Magistrati (2009), Politica e menzogna (2013), Il dovere di avere doveri (2014), Democrazie senza memoria (2017) e, con Marta Cartabia, Giustizia e mito (2018).

Modalità di partecipazione
L’appuntamento è a ingresso libero, ma è possibile prenotare il proprio posto registrandosi all’evento su eventbrite: per prenotare il tuo posto clicca qui. Riceverai il tuo biglietto via email. All’ingresso ti chiederemo di mostrarlo (anche su smartphone, non è necessario stamparlo). Il tuo posto sarà riservato fino all’inizio dell’incontro (ore 16). Dopo tale orario i posti ancora disponibili saranno messi a disposizione di chi si presenterà senza aver prenotato.