Birillo, il cane mascotte di Revello, massacrato di botte

Protagonista questa settimana di una brutta vicenda che riguarda il maltrattamento degli animali

Più informazioni su

Revello. “Il cane del paese” c’è un po’ ovunque, quel pelosetto che è di tutti e di nessuno, quello che mentre passeggi con il tuo cane ti accompagna nel tragitto, quello che dorme un po’ qui ed un po’ lì e ha cucce sparse per il paese, quello che sa dove andare a mangiare, quello che in tanti hanno provato ad accogliere ma da nessuno è rimasto…

A Revello è Birillo. Protagonista questa settimana di una brutta vicenda che riguarda il maltrattamento degli animali. La sua storia ce la racconta Stephanie, revellese, che molti conoscono, altri additano, come quella degli animali per il suo amore incondizionato verso di loro.

Birillo è riuscito a trascinarsi a casa di una signora del paese dove ultimamente passava la notte. E’ rimasto in clinica diversi giorni “grazie” a chi ha deciso di fargli del male massacrandolo di botte.

Danneggiati i testicoli e la coda che hanno dovuto esser asportati, fortunatamente la vescica non è stata lesionata. Ieri, giovedì 30 gennaio Birillo ha potuto tornar a casa dimesso dalla clinica saluzzese del Dottor Tesio. La signora, che vuole rimanere nell’anonimato per paura di ritorsioni, ha deciso che lo adotterà, riconoscendolo, microchippandolo. E’ l’unica soluzione va controllato e “contenuto” perchè ha comunque 14 anni, ha subito interventi delicati e non sopravviverebbe ad un altro pestaggio.

Fortunatamente, grazie a persone di cuore, Birillo è sopravvissuto e le cure sono state pagate interamente attraverso le offerte devoluto dai tanti revellesi a lui affezionati.

Stephanie non si arrende vuole trovare il/i colpevole/i e lancia un appello: “Chiunque abbia visto o sentito qualcosa parli, piuttosto anche solo con me e garantisco l’anonimato, vi ricordo ancora che ora si sono accaniti su Birillo e la prossima volta? – continua – le persone dovrebbero smetter di aver paura, tutti sconvolti per l’accaduto ma nessuno parla. Io sono qui aspetto un messaggio o una chiamata al 351/8929419 oppure al 344/3403704. Chi ha fatto del male a Birillo lo farà ancora ad altri animali o magari a qualcuno di noi, un familiare, un amico.

A gran voce Stephanie conclude “Voglio giustizia per Birillo!”

Più informazioni su