“Berlin Cabaret”, la satira antinazista tedesca ai tempi di Hitler

In occasione della Giornata della Memoria

Dronero. Venerdì 24 gennaio alle 21.00 al Teatro Iris di Dronero, in occasione della Giornata della Memoria andrà in scena “Berlin Cabaret”. Lo spettacolo, che si inserisce nella stagione “Spaesamenti” organizzata da Santibriganti, propone brani appartenenti al repertorio antinazista tedesco, che si suonava nei celebri Kabarett berlinesi degli anni Venti e Trenta dello scorso secolo. In scena Chiara Rosso, che ha curato la regia e le traduzioni dei testi delle canzoni, Clara Dutto al pianoforte e Laura Lamberti, che si è occupata delle coreografie.

La Germania conobbe in quegli anni un periodo di grande fioritura culturale: con l’avvento della repubblica di Weimar, l’ironia e la satira pungente di un cabaret libero da vincoli censori divennero sempre più lo specchio della rapida evoluzione sociale e delle mode del tempo. I cabaret erano frequentati da molti intellettuali tedeschi, democratici e antinazisti. Tra questi anche numerosi musicisti ebrei, tra i quali: Hollaender, Spoliansky, Nelson, Golschmidt e Kurt Weill, costretti ad emigrare all’estero con la salita al potere di Hitler.

Le cantanti attrici dei Kabarett berlinesi erano donne libere, indipendenti, colte ed estremamente sarcastiche; si ispiravano a Marlene Dietricht e affrontavano tematiche quali il sesso, la politica, la guerra e l’omosessualità.

Il repertorio proposto spazia da canzoni d’amore a brani più sensuali e scherzosi. Non manca la splendida “Lili Marlene”, la canzone per eccellenza contro la guerra, entrata anche a far parte del nostro repertorio partigiano.

Al termine dello spettacolo ci sarà il consueto appuntamento con “Tarallucci e Vino”, momento di socialità proposto da Santibriganti, dedicato al pubblico e agli artisti appena andati in scena.