Quantcast

Anna Mantini “Stalking: applicare le leggi non è solo una questione di genere, è interesse di TUTTI”

La lotta allo stalking non è una questione legata all'incidenza statistica del fenomeno rispetto al sesso di appartenenza della vittima, è un imperativo che deve accomunare tutte le istituzioni e tutti i cittadini e cittadine, al fine di evitare ogni strumentalizzazione, come alcune che stanno circolando sui social network in merito ai più recenti gravissimi eventi, e che rischiano di sminuire una battaglia di civiltà nel suo complesso e di indebolire la capacità di reazione dello Stato e delle sue strutture operative, che viceversa va rafforzata con la piena attuazione e applicazione delle leggi del 2009 in tema di contrasto agli atti persecutori, da chiunque essi provengano, e del 2019 sul Codice Rosso.

Più informazioni su

Gentile Direttore,
Facendo riferimento alle più recenti vicende di cronaca, evidenziate anche da trasmissioni TV caratterizzate da un sicuro seguito popolare come “Le Iene” – delle quali va condivisa pienamente la vocazione alla denuncia civica e sociale – e ai commenti che spesso in questi casi si susseguono, è doveroso da parte della sottoscritta mettere in evidenza che la piaga dello stalking, e gli strumenti legislativi e giudiziari necessari a prevenirla e debellarla, non sono una questione di genere, o almeno non soltanto di genere, ma una sfida generale nell’interesse di TUTTI.
Questo per ribadire che gli atti persecutori, e di sfregio psicologico e fisico, sono sempre gravi a prescindere da chi ne sia l’autore, uomo oppure donna, e che il livello di prevenzione e di repressione penale degli stessi deve essere tale da impedire il verificarsi o il ripetersi di eventi come le orribili aggressioni perpetrate con l’acido scagliato a danno del perseguitato o della perseguitata.
La lotta allo stalking non è una questione legata all’incidenza statistica del fenomeno rispetto al sesso di appartenenza della vittima, è un imperativo che deve accomunare tutte le istituzioni e tutti i cittadini e cittadine, al fine di evitare ogni strumentalizzazione, come alcune che stanno circolando sui social network in merito ai più recenti gravissimi eventi, e che rischiano di sminuire una battaglia di civiltà nel suo complesso e di indebolire la capacità di reazione dello Stato e delle sue strutture operative, che viceversa va rafforzata con la piena attuazione e applicazione delle leggi del 2009 in tema di contrasto agli atti persecutori, da chiunque essi provengano, e del 2019 sul Codice Rosso.
Anna Mantini
Lega Fossano
Vicepresidente Expo Elette 

Più informazioni su