Nuovo calendario Centro Down Cuneo con campioni dello sport

Presentazione  dell'iniziativa nel Municipio del capoluogo

Cuneo. Campioni dello sport e di vita insieme per regalare un’emozione lunga un anno. Sarà presentato mercoledì 18 alle 17 nella sala della Giunta del Municipio il nuovo calendario del Centro Down Cuneo. I dodici imperdibili scatti magistralmente catturati dal fotografo professionista Marco Collemacine bene illustrano il messaggio che l’associazione cuneese che da trenta anni è al fianco delle famiglie con figli con «Trisomia 21» vuole lanciare per il 2020.
Per riuscire nella vita i ragazzi con sindrome di Down devono impegnarsi tanto, allenarsi e sudare esattamente come i grandi campioni cuneesi che tanto generosamente hanno posato con loro nel calendario.
Una strada in salita che riempie però di incredibile soddisfazione quando, alla fine, si conquista l’ambita medaglia. E, come si può leggere in copertina «Nella vita come nello sport nessuna sfida è troppo ardua se affrontata insieme!».
«Grazie allo sport e alla fiducia del prossimo i ragazzi con Trisomia 21 possono vivere una vita ricca e piena .- commenta il presidente dell’associazione Centro Down Cuneo Valter Dorati- . Per questo si è pensato di lanciare questo messaggio attraverso il calendario 2020».
«Lo scorso anno si era puntato ad un calendario in cui i nostri ragazzi erano immortalati in momenti quotidiani come fare la spesa o mentre prendevano il treno – continua Dorati -. L’idea della loro completa autonomia è il traguardo più ambito, ciò in cui ogni famiglia confida dal profondo. Quest’anno invece abbiamo pensato opportuno far capire attraverso i magnifici scatti di Marco Collemacine quanto impegno ci mettano ogni giorno per raggiungere questo ambito traguardo!».
Prosegue il presidente del Centro Down Cuneo: «Per ottenere risultati i nostri ragazzi devono affrontare sforzi incredibili e impegnarsi quotidianamente… Questo ci ha fatto pensare ai grandi campioni dello sport che vediamo quotidianamente su tutti i giornali. Non potevamo non pensare alla fatica che gli sportivi fanno per raggiungere i loro obiettivi, vincere titoli mondiali ed essere guide ed esempi di vita per tutti coloro che entrano a far parte del mondo dello sport».