Cuneo, nuova calotta refrigerante Paxman donata all’Oncologia del Santa Croce e Carle

Dall'Associazione Donna per Donna in occasione in occasione dei suoi 20 anni di fondazione

Cuneo. Lo scorso 28 novembre l’associazione “Donna per donna”, in occasione dei suoi 20 anni, ha donato al Day hospital oncologico dell’ Ospedale Santa Croce e Carle il casco Paxman, che previene la caduta dei capelli in chemioterapia.

Alla consegna presenti il direttore generale Corrado Bedogni ed il direttore sanitario Monica Rebora, il direttore della Struttura complessa di Oncologia dr. Marco Merlano, la responsabile della Breast Unit dr.ssa Ornella Garrone, la presidente dell’associazione Donna per Donna Ivana Pane e i finanziatori dell’intervento.

La cuffia Paxman, nata nel Regno Unito, in Piemonte si trova soltanto all’ospedale Sant’Anna di Torino, dove viene utilizzata per i tumori ginecologici. Questa va posizionata mezz’ora prima del trattamento chemioterapico sulla testa del paziente e tenuta per tutta la durata e oltre in base alla tipologia della terapia.

La calotta va ad agire sulla temperatura del cuoio capelluto abbassandola, il sangue rallentando impedisce ai farmaci di per cui il flusso sanguigno viene rallentato, impedendo al cocktail farmacologico di causare la distruzione del bulbo del capello.

Ad oggi risulta efficace al 90% ed è un “vantaggio” per chi vuole evitare le conseguenze dell’alopecia. Secondo le stime potrà esser utilizzato da circa un’ottantina di donne in cura annualmente presso il Day Hospital Oncologico.

La spesa è stata sostenuta sia dall’associazione Donna per Donna che dalla Fondazione CRC, Banca di Caraglio, Bcc di Pianfei e Rocca de’ Baldi e Cassa Rurale e Artigianale di Boves.