Quantcast

Cuneo, il pittore Gianni Gaschino dona un quadro al Comune

“Ringraziamo, a nome di tutta l’Amministrazione Comunale, Gianni Gaschino per questo pensiero" - commentano il Sindaco Federico Borgna e l'Assessore alla Cultura Cristina Clerico 

Cuneo vista dall’alto, come in una fotografia scattata da un drone, sullo sfondo il profilo delle montagne che abbracciano la città. Così il pittore Gianni Gaschino ha voluto rappresentare la città dove è nato e dove ha trascorso la sua gioventù. Il quadro, ospitato nella mostra antologica “Ritorno alle origini… là dove tutto è cominciato”, ospitata nelle sale di Palazzo Samone, sarà donato dall’artista al Comune di Cuneo.

Ringraziamo, a nome di tutta l’Amministrazione Comunale, Gianni Gaschino per questo pensiero – commentano il Sindaco Federico Borgna e l’Assessore alla Cultura Cristina Clerico -. Traspare forte nei suoi quadri l’amore per Cuneo, la sua città, dove spesso torna per trovare gli amici di sempre. Sarà un onore poter esporre quest’opera nei locali comunali così che tutti possano ammirarla”.

Gianni Gaschino, nato a Cuneo, ha frequentato il liceo classico ed il Politecnico a Torino per laurearsi in ingegneria meccanica nel 1969. Accanto ad una carriera lavorativa dirigenziale svolta in importanti aziende internazionali, ha sempre coltivato in parallelo le sue passioni alternative, conciliandole col lavoro quotidiano: la pittura ed il volo. Autodidatta nelle tecniche e nello stile, non legato quindi ad alcuna scuola o tendenza accademica, la sua arte si è sviluppata in modo autonomo e personale. La tecnica è da sempre impostata su un costante gioco cromatico di smalti che vanno a formare un fitto reticolo di tasselli colorati, come in un mosaico, dai colori decisi che danno vita e respiro ai paesaggi rappresentati in un gioco rasserenante e gioioso.

La mostra sarà visitabile fino al 30 dicembre, il giovedì e venerdì dalle 16.30 alle 19, sabato e domenica dalle 10.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.