Cosa fare oggi (sabato 7 dicembre) in provincia di Cuneo

A Borgo San Dalmazzo è Fiera Fredda con regina la lumaca Helix Pomatia Alpina. A Cuneo si apre il Villaggio di Babbo Natale in piazza Europa. A Melle è la notte dei lumini, mentre a Prato Nevoso si inaugura la stagione con Gabry Ponte, Shade, Fred de Palma e Random

Più informazioni su

Cari lettori di Cuneo24, eccovi alcuni suggerimenti su come trascorrere questo sabato 7 dicembre scegliendo tra i tanti eventi in programma in provincia di Cuneo.

A Borgo San Dalmazzo dalle 9.30 alle 22 è Fiera Fredda, la storica manifestazione che unisce l’enogastronomia tipica con la cultura e la tradizione del territorio. Regina della fiera è la lumaca Helix Pomatia Alpina che ha trovato il suo habitat naturale nei boschi delle Alpi Marittime.

Sempre a Borgo San Dalmazzo nella sala mostre adiacente all’ufficio turistico (via Boves) dalle 10 alle 11.30 è in programma una visita giocata: si gioca con il gioco in scatola dedicato al territorio e realizzato da La Fabbrica dei Suoni nell’ambito del Progetto PLUF!: natura, sport, cultura, prodotti tipici, storia & storie sono gli argomenti dai quali prenderanno il via tanti diversi giochi attraverso i quali andare alla scoperta delle terre che si trovano ai piedi del Monviso. (Info: tel. 347.1518434).

Sempre a Borgo San Dalmazzo alle 15 e alle 16.30 passeggiata guidata alla scoperta della storia, delle bellezze artistiche, dei personaggi e delle caratteristiche più curiose della città. L’antica Pedona, di fondazione Romana, diventa centro di fondamentale importanza nel Medioevo grazie alla sua Abbazia istituita a partire dal VIII secolo. Attorno all’antico edificio di culto, poi Parrocchiale, è cresciuto e si è modificato nel corso dei secoli il Borgo, e si mostra al visitatore come un delizioso scrigno di memorie dall’epoca medioevale sino agli ultimi eventi legati alla seconda Guerra Mondiale e alla Resistenza. La passeggiata, della durata di 90 minuti, inizierà dalla Parrocchiale di Borgo San Dalmazzo, visitabile anche negli interni, proseguirà verso il centro storico, attraverso le vie dal movimento e dal profumo ancora Medioevali, alla scoperta delle cappelle e degli oratori legati alle Confraternite locali. Dopo una doverosa tappa al Memoriale Della Deportazione, la visita riprenderà dalla Sede dell’antico Ricetto fino all’Arco di San Rocco, l’unica rimasta tra le antiche porte di accesso. Seguirà degustazione. Punto di ritrovo: ufficio turistico in Via Vittorio Veneto 19. (Info: tel. 0171.696206).

Ancora a Borgo San Dalmazzo alle 15.30 presso Palazzo Bertello, in via Boves convegno dal titolo “Ricordando Augusto Viglia Taglianti”, scienziato e ambientalista borgarino. Interverranno:
Il Sindaco Dott. Gian Paolo Beretta, l’ Assessore Mauro Fantino, la dottoressa Patrizia Rossi (ex Direttore del Parco Alpi Marittime).

A Prato Nevoso di Frabosa Sottana Gabry Ponte, Shade, Fred de Palma e Random, il poker d’assi e di stelle della musica per la grande Open Season. Via alla stagione: la serata sarà trasmessa in diretta dalla radio RDS. (Info: pratonevoso.com).

A Cuneo in piazza Europa dalle 15 alle 19 apertura Villaggio di Babbo Natale con omaggio di vin brulé.

Sempre a Cuneo alle ore 16.30, il Museo Casa Galimberti ospita la presentazione del volume “Matteo Olivero – La formazione, i temi, la fortuna” curato da Antonio Musiari, Edizioni Centro Studi Piemontesi-Albertina Press.  Con il curatore intervengono Cristina Clerico (Assessora alla Cultura, Università, Sport e Pari Opportunità), Sandra Viada (Direttrice dei Musei Civici) e Lorella Bono (Biblioteca civica di Cuneo). Personalità complessa, al cui fascino contribuirono le origini occitane e i viaggi, Matteo Olivero (Acceglio 1879 – Saluzzo 1932) ritrova in questo volume aspetti della biografia e dell’opera rimasti in ombra. Anzitutto, si riscoprono la formazione dal 1896 in Accademia Albertina e, dal 1902, la vita di bohème a Torino che fecero maturare un precoce talento. Nel 1905, Olivero si trasferì a Saluzzo anche in polemica con la competizione tra artisti nella città sabauda, mal camuffata da istanze socialisteggianti. Dapprima in difficile equilibrio tra la provincia e l’orizzonte internazionale cui lo traeva anche l’amicizia con Giuseppe Pellizza da Volpedo e Alexis Mérodack-Jeaneau, il pittore visse poi tra entusiasmo e scoraggiamento. (Info: museo.galimberti@comune.cuneo.it).

Sempre a Cuneo al Museo Diocesano San Sebastiano (contrada Mondovì, 15) , nell’ambito della rassegna “Natale al Museo”, c’è un laboratorio per bambini e famiglie dal titolo “Aspettando il Natale”: per imparare insieme il senso dell’attesa. (Info: museo@operediocesicuneo.it)

Ancora a Cuneo alle 15,30, nell’ex Chiesa di San Francesco a Cuneo (via santa Maria, 10), il programma di eventi collaterali alla mostra “Giuseppe Penone. Incidenze del vuoto” propone una nuova edizione della “Visita d’artista”, condotta da Domenico Olivero. Sempre alle 15,30, Federico Oggero condurrà il laboratorio per bambini “Le parole di legno”. Alle ore 17, presso lo Spazio Incontri della Fondazione CRC (via Roma 15), si terrà la prima conferenza di approfondimento sui temi della mostra “Immagini azioni suoni natura. Arte povera e sperimentazione musicale” con Enrico Perotto e Gianluca Verlingieri.

Al Museo Craveri di Bra un “Natale con i fiori”; laboratorio per la realizzazione di composizioni creative che ha un duplice scopo: illustrare ai partecipanti tante curiosità inerenti al mondo vegetale e spiegare loro come realizzare delle composizioni floreali creative. Il laboratorio, curato da Marta Marzocchi del negozio “L’angolo di Flora”, prende il via alle 15 e costa 3 euro a persona. 

A Demonte in piazza dell’Anfiteatro alle 16.30 Accensione delle luci e dell’albero natalizio con Babbo Natale e merenda per grandi e piccini. Spettacolo presso il Palazzetto dello sport del comune di Demonte con i giocolieri “FUMA CHE ANDUMA“.

Sempre a Demonte alle 21, nella chiesa di San Donato di Demonte, concerto dell’ Orchestra Sinfonica Amatoriale Italiana diretta dal Maestro Paolo Fiamingo. Momento mistico di preparazione al Santo Natale, ingresso libero. (Info: ufficioturistico@comune.demonte.cn.it).

A Bagnolo Piemonte la festa di inizio stagione di Rucaski in baita sulle piste con cena. A seguire dj set @snowbar. (Info: tel. 340.0831343).

A Paesana inizio apertura no-stop del rifugio Pian Muné a valle (aperto tutti i giorni fino a Pasquetta). (Info: tel. 328.6925406 – www.pianmune.it).

Segnavia – Porta di Valle di Brossasco ospita una nuova mostra fotografica dal sapore invernale: Ali d’Angelo, testi e foto di Paola Traverso. Alle 16.30 l’inaugurazione della mostra che sarà un momento di condivisione di emozioni e convivialità, dal sapore invernale e natalizio incontrando Paola Traverso, le sue immagini e la sua poesia. La mostra sarà visitabile sino al 2 febbraio 2020, negli orari di apertura di Segnavia: tutti i giorni dalle 7 alle 19, chiuso il lunedì.

A Melle la Pro Loco, in collaborazione con la Compagnia del Buon Cammino e con il comune di Melle, propone l’iniziativa “La notte dei lumini– edizione 2019”.La notte dei lumini è una passeggiata per le vie del borgo mellese illuminate dai soli lumini in una incredibile atmosfera magica e calda. Accompagnati da momenti con musica e letture, la serata vi farà conoscere un’incantevole paese della Valle Varaita, nella sua cornice invernale. Ritrovo dei signori partecipanti alle ore 18 davanti all’ala comunale in Piazza Botta. La passeggiata lungo il percorso illuminato dai soli lumini è di circa 2 ore(A/R) lungo le vie del borgo, fino al ritorno in piazza Botta presso l’ala comunale. Si consiglia a tutti i partecipanti un abbigliamento adatto al freddo e alle camminate in montagna. Al termine del percorso, per coloro che lo gradiscono la possibilità di cenare presso l’ala comunale, su prenotazione.

A Limone Piemonte c’è “Il Villaggio di Babbo Natale”: esposizione di bancarelle con prodotti di artigianato locale, opere del proprio ingegno, prodotti tipici selezionati e creatività. Inoltre incontro con Babbo Natale e la sua assistente, distribuzione gratuita di zucchero filato in Piazza del Municipio dalle 15.30 alle 18. Musica itinerante con gli Zampognari e con la Street Band  Equipage Ambassadors Dixie & Street Parade dalle 15 alle 19.

Sempre a Limone Piemonte si inaugura “Limone loves Andy Warhol”, una rassegna dei più celebri lavori dell’artista americano risalenti agli anni ’60, ’70 e ’80, tra cui gli iconici ritratti serigrafici di Marilyn Monroe, Mao Tse-tung e Mick Jagger. Una vera e propria immersione nella Pop Art, una corrente che ha influenzato i paradigmi della moda, della pubblicità, della musica e del cinema, lasciando un segno tangibile nella società di oggi. Le opere sono esposte nella prestigiosa location del Grand Palais Excelsior in via Roma, 11. La mostra patrocinata dalla Regione Piemonte e dal Comune di Limone Piemonte è curata dall’Associazione Ego Bianchi di Cuneo nella persona di Fabrizio Quiriti come Presidente e da Piero Senesi dell’Associazione Culturale l’Onda di Savigliano. Inaugurazione alle 18 con il sindaco Massimo Riberi a fare gli onori di casa. La mostra resterà aperta fino al prossimo 15 marzo.

A Roccavione dalle 14 alle 18  presso la sala consiliare del Comune c’è l’evento conclusivo dedicato al progetto “Bèc Bërchasa: alle origini della civiltà alpina” che accende i riflettori sul valore della ricerca, per promuovere la circolazione di idee per far conoscere un territorio prezioso e incontaminato e condividere con tutti gli interessati i risultati del lavoro di studiosi ed esperti in diversi settori. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti. L’evento è promosso dal comune di Roccavione in sinergia con Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Alessandria, Asti e Cuneo, con il contributo di Compagnia di San Paolo nell’ambito del Bando “Luoghi della Cultura 2017”, Fondazione CRC con il bando “Patrimonio culturale” e la partecipazione attiva di Buzzi Unicem. (Info: tel. 0171 767 108).

A Manta “Ti racconto il Castello: i protagonisti”: sspeciali visite tematiche per conoscere i protagonisti della storia del Castello. Ogni secolo ci regala personaggi di spicco che hanno lasciato una profonda traccia nell’evoluzione artistica del Castello. Visite alle ore 10.45 – 12.30 – 15.00 – 16.30. (Info: faimanta@fondoambiente.it).

A San Biagio di Centallo alle 20.30 viene presentato un albero di Natale alto 6 metri e con un diametro di 3 metri e mezzo, ricoperto da oltre 1500 decorazioni ricamate provenienti da tutti il circondario cuneese, delle Langhe e persino dall’estero.

A Niella Tanaro alle 21 nella sala polivalente comunale la Compagnia teatrale “Der Roche” presenta la farsa di Marco Voerzio dal titolo “A.A.A. fratelli benestanti, signorini, lieve difetto fisico, desiderosi d’affetto conoscerebbero scopo matrimonio…”. Lo spettacolo teatrale in due tempi rientra quale secondo appuntamento della VI edizione della rassegna “NIELLA A TEATRO” stagione autunno-inverno 2019-2020, organizzata dalla Associazione turistica “Pro Niella Tanaro” in collaborazione con il Comune e la Compagnia teatrale dei Commedianti niellesi. (Info: tel. 349.1474366).

A Priero alle 21, presso l’ex Confraternita di Santa Croce, la Corale Due Torri Monica Tarditi si esibisce con canti natalizi e muica di Bepi De Marzi. Ingresso libero. L’Associazione Onlus Beata Virgo Sanitatis, organizzatrice dell’evento, offre un rinfresco a fine serata. (Info: tel. 0174785357).

A Fossano alle 21 presso la Cattedrale è in programma il Requiem in Re minore di Mozart. Intervengono l’Orchestra e il coro del Conservatorio “Ghedini” di Cuneo, il Coro della Società Corale Città di Cuneo, il Coro Polifonico di Boves, la Corale “Roberto Goitre” di Torino. L’introduzione all’opera di Mozart sarà una riflessione proposta da don Pierangelo Chiaramello sul Seppellimento di Gesù, contemplando l’immagine del Cristo morto  del Mantegna. Ingresso libero.

A Vernante alle 21 presentazione di “Amore e rabbia” + live acustico di Massimo Priviero presso il Teatro Confraternita, in collaborazione con Pro Loco Vernante. (Info: tel. 340 9081690).

Più informazioni su