Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alba: “Siamo uomini o caporali?”, un seminario sullo sfruttamento del lavoro in agricoltura

Un fenomeno che attraversa l’Italia dal nord al sud. Appuntamento in sala della Resistenza, sabato 14 dicembre, dalle 9.30 alle 12.00

Sabato 14 dicembre dalle ore 9.30 la sala della Resistenza del Palazzo comunale di Alba ospiterà il seminario “Siamo uomini o caporali”, sul tema dello sfruttamento della manodopera, in particolare nel settore dell’agricoltura.

Il caporalato è una forma illegale di reclutamento e organizzazione di lavoratori attraverso intermediari, i cosiddetti caporali che assumono per breve periodo  – giornaliero o al più settimanale – operai senza rispettare le regole di assunzione e i diritti dei lavoratori. Il fenomeno coinvolge organizzazioni criminali e aziende senza scrupoli, talvolta con il compiacente silenzio delle istituzioni e che sembra attraversare l’Italia, come un fiume carsico. Per alcuni, pochi, episodi che emergono alla luce del sole – come i due eclatanti appena descritti – pare esserci un mondo sommerso, un ginepraio difficile da penetrare per il regime omertoso che si è generato negli anni. Non dappertutto è così. Ad Alba si parlerà delle esperienze che si sono si sviluppate, in particolare sul nostro territorio, per contrastare il fenomeno e delle norme che aiutano a farlo.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Alba Carlo Bo, del presidente dell’associazione Arcobaleno Domenico Albesano e del presidio albese di Libera intitolato al giornalista Mauro Rostagno, il programma prevede gli interventi di Virginia Sabbatini coordinatrice del presidio Caritas di Saluzzo e di Davide Mattiello presidente della Fondazione Benvenuti in Italia, già componente ed oggi consulente della Commissione interparlamentare Antimafia.

L’intervento conclusivo sarà di Anna Cattaneo, referente di Libera per la provincia di Cuneo. Introduzione e moderazione a cura di Elena Saglietti, presidente di CIS, Compagnia d’Iniziative Sociali.

L’incontro si inserisce all’interno delle iniziative previste dal programma della rassegna “TuttiDiritti – Carcere, Legalità, Persone” progetto che ormai da otto anni propone alla cittadinanza albese, durante il periodo autunnale – invernale, una serie di iniziative e attività sui temi legati alla detenzione, alla legalità e ai diritti umani.

“TuttiDiritti”, patrocinato dalla Città di Alba, vede come capofila l’associazione di volontariato penitenziario Arcobaleno di Alba in collaborazione con la Casa di reclusione “Giuseppe Montalto” di Alba, i garanti regionale e comunale delle persone private della libertà personale, la Compagnia di Iniziative Sociali – CIS, l’Ente Fiera Internazionale del Tartufo bianco d’Alba, il Mercato della Terra “Italo Seletto”, Libera Piemonte – presidio di Alba “Mauro Rostagno”, l’Istituto di Istruzione Statale “Umberto I°”.

TuttiDiritti gode del supporto del Centro Servizi per il Volontariato di Cuneo, “Società Solidale”.