A Mondovì il ‘compleanno’ di Confartigianato Fidi Cuneo foto

Tra gli ospiti di rilievo, i giornalisti Gad Lerner e Francesco Cancellato

Mondovì. Un ‘compleanno’ importante, un anniversario da ricordare: 1969-2019, cinque decenni di impegno e di lavoro a favore del territorio e delle imprese. Ricorre, proprio quest’anno, il cinquantesimo anniversario di fondazione di Confartigianato Fidi Cuneo, la cooperativa di garanzia ‘targata’ Confartigianato Cuneo che, fondata nel 1969, si appresta oggi a festeggiare una data significativa, che testimonia un’azione a 360 gradi a favore degli artigiani e delle proprie imprese.

Proprio in quest’ottica, il consiglio di amministrazione presieduto da Roberto Ganzinelli ha deciso di promuovere un momento di riflessione e di confronto aperto alla cittadinanza, in programma sabato 14 dicembre 2019, alle ore 10, a Mondovì nella prestigiosa sala ‘Ghislieri’, nel rione medievale di Piazza (via Francesco Gallo 3).

«Abbiamo deciso di ‘fare memoria’ dell’impegno associativo – sono le parole del presidente di Confartigianato Fidi Cuneo – perché riteniamo che si debba dare evidenza dell’azione svolta in questi 50 anni a beneficio delle nostre imprese». Quale contesto migliore, dunque, di un evento rivolto alla comunità, di scena nel ‘salotto buono’ di Mondovì: «Il nostro compito principale è di favorire la concessione del credito agli artigiani – prosegue Ganzinelli – e, in quest’ottica, vogliamo che il compleanno di Confartigianato Fidi Cuneo coincida con un racconto della storia italiana, con la narrazione di quanto, negli ultimi 50 anni, è cambiata la nostra società. Una società in cui, oggi come ieri, gli artigiani rivestono un ruolo centrale».

Tra i primi ospiti annunciati dagli organizzatori dell’evento, due volti di rilievo del giornalismo italiano: si tratta di Gad Lerner, opinionista, scrittore e conduttore di diverse trasmissioni televisive, già direttore del Tg1, e di Francesco Cancellato, importante firma del web, esperto di lavoro, economia ed innovazione.

Due nomi che ben si collocano all’interno di un evento che vuole ‘parlare’ al territorio cuneese e non solo, affrontando a viso aperto il rapporto tra politica ed economia, imprese e pubblica amministrazione, radici culturali e nuove tendenze.

La storia di Gad Lerner è, in questo senso, la fotografia esatta di un impegno su vari fronti: a lui si devono, nei primi anni Novanta, programmi tv di estrema notorietà sul tema della ‘questione settentrionale’ (‘Profondo Nord’ e ‘Milano, Italia’) così come la sua firma è approdata, di volta in volta, sulle più importanti testate italiane, da ‘La Stampa’ – di cui è stato vicedirettore – a ‘Corriere della Sera’ e ‘la Repubblica’, nelle vesti di inviato ed editorialista. E non solo: durante la sua carriera, il giornalista nato a Beirut è stato direttore di due telegiornali – Tg1 e TgLa7 – e ha ideato e condotto tre trasmissioni-chiave nel dibattito politico quali ‘Pinocchio’ (su Raiuno prima e Raidue poi), ‘Otto e mezzo’ (La7) e ‘L’infedele’ (La7).

Alle nuove tendenze del giornalismo si collega, invece, il profilo di Francesco Cancellato, classe 1980, vicedirettore del giornale online ‘Fanpage’ e, dal 2014 al 2019, direttore del quotidiano web ‘Linkiesta.it’. All’attività da giornalista ha affiancato, negli anni, un’intensa produzione pubblicistica, con approfondimenti e volumi su europeismo, questione generazionale, mercato del lavoro, valore dell’innovazione; esperto di politica internazionale, annovera anche una collaborazione con il prestigioso think tank ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale).

Storie diverse, con un minimo comune denominatore: impegno sociale e attenzione ai mutamenti della società. Osservatori d’eccezione per un dibattito a più voci su 50 anni di storia italiana, nel segno di Confartigianato Fidi Cuneo.

Confartigianato Fidi Cuneo

La Confartigianato Fidi Cuneo è una società cooperativa basata sui principi della mutualità e non ha fini di lucro. Opera nella sede di Cuneo ed in tutte le sedi della Confartigianato Imprese. Presieduta da Roberto Ganzinelli, persegue lo scopo sociale di fornire prestazioni di garanzie collettive per favorire la concessione di finanziamenti, da parte di istituti di credito e di società di locazione finanziaria convenzionate, alle piccole e medie imprese associate, oltre che informazione, consulenza e assistenza per il reperimento ed il miglior utilizzo delle fonti finanziarie.

Gad Lerner

Nato a Beirut nel 1954, si è avvicinato al giornalismo grazie all’esperienza di ‘Lotta Continua’, poi ha collaborato con ‘Radio Popolare’ prima di entrare a ‘l’Espresso’. Nei primi anni Novanta, inizia la sua esperienza televisiva realizzando per Raitre due trasmissioni dedicate alla questione settentrionale: ‘Profondo Nord’ e ‘Milano, Italia’. Chiamato da Ezio Mauro a ‘La Stampa’ come vicedirettore nel 1993, collaborerà successivamente come inviato e editorialista con ‘Corriere della Sera’ e ‘la Repubblica’. Di nuovo alla Rai con due edizioni del programma ‘Pinocchio’, nel 2000 viene nominato direttore del Tg1 ma, dopo pochi mesi, rassegna le dimissioni. Nel 2001 partecipa alla fondazione de La7. Ne dirige il telegiornale, vara con Giuliano Ferrara la trasmissione ‘Otto e mezzo’ e conduce ogni settimana, per ben dieci anni, ‘L’infedele’.

Francesco Cancellato

Lodigiano, classe 1980, è vicedirettore del giornale online ‘Fanpage’. Dopo aver lavorato presso il ‘Consorzio Aaster’ fondato dal sociologo Aldo Bonomi, dal 2014 al 2019 è stato direttore del quotidiano online ‘Linkiesta.it’. È autore di diverse pubblicazioni, tra cui ‘Fattore G. Perché i tedeschi hanno ragione’ (UBE, 2016), ‘Né sfruttati né bamboccioni. Risolvere la questione generazionale per salvare l’Italia’ (Egea, 2018) e ‘Il Muro. 15 storie dalla fine della guerra fredda’ (Egea, 2019).