Quantcast

Il Buongiorno di Cuneo24

Nel 1992 IBM presenta il primo smartphone della storia

Cuneo. Il sole è sorto alle 7:31 e tramonta alle 17:01. Durata del giorno nove ore e trenta minuti.

Santi del giorno
San Clemente I Romano, papa e martire, è il protettore di bambini, cappellai, barcaioli, battellieri, gondolieri, lapicidi, marinai, marmisti e scalpellini.
San Colombano, abate.
Santa Lucrezia di Merida, martire.

Avvenimenti
1889 – Un nichelino nell’apposita fessura e tubo all’orecchio per ascoltare la musica. Il nickel in the slot phonograph, il capostipite dei moderni jukebox, entrò per la prima volta in funzione al Palais Royale Saloon di San Francisco, una sera di novembre del 1889.
1936 – Esce il primo numero della rivista Life.
1980 – Sono da poco passate le 19.30 quando una scossa di magnitudo 6.9 sconvolge l’area dell’Appennino Meridionale tra la Campania e la Basilicata. Novanta interminabili secondi che radono al suolo interi paesi dell’Irpinia, portando morte e distruzione per un’area di 17mila chilometri quadrati, compresa tra le province di Avellino, Potenza e Salerno. Uno scenario apocalittico che resta ignoto alle prime notizie dell’agenzie di stampa rilanciate dai tg, dove si parla genericamente di una scossa di terremoto in Campania, evidenziando la difficoltà di avere notizie più dettagliate, per via dei collegamenti interrotti con le zone colpite. Il bilancio finale consegna un bollettino di guerra: 2.914 morti, 280.000 sfollati e 8.848 feriti. La comunità che paga il prezzo di sangue più alto è quella di Sant’Angelo dei Lombardi: 482 vittime e il 90% del tessuto urbano raso al suolo. Un paese sparito d’un colpo come tanti altri.
1992 – Inviare e ricevere email e fax, aggiungere contatti, gestire file attraverso un file manager. Accanto ad opzioni come la calcolatrice, il “blocco note” e alcuni giochi. Il tutto gestibile con un pennino direttamente sullo schermo touchscreen. Funzionava così il Simon Personal Communicator, il telefono cellulare con funzioni di palmare presentato dall’IBM al COMDEX (fiera informatica tra le più rinomate fino al 2005) di Las Vegas, il 23 novembre 1992. Il termine smartphone a quell’epoca non era in uso, ma il Simon venne in seguito riconosciuto come il primo esempio di “cellulare intelligente” della storia.

Nati in questo giorno
Bruce Hornsby – Popolare pianista, cantante e paroliere, è nato a Williamsburg, in Virginia. Unisce diversi stili e, spesso, nei suoi show dal vivo, dà vita a performance originali e creative. Ha vissuto per molto tempo a Los Angeles, dove ha scritto numerose colonne sonore per la 20th Century Fox. Dal 1985 al 1993 ha inciso diversi album di successo con la band The Range, conquistando tre Grammy. Apprezzato anche da solista, ha collaborato con molti artisti di grande fama, su tutti Bob Dylan, Eric Clapton ed Elton John. Festeggia 65 anni.
Franco Nero – Un’istituzione del cinema italiano, con mezzo secolo di carriera alle spalle è tra gli attori più stimati della vecchia generazione. Dal western al genere “giallo politico”, i suoi film raccontano un pezzo di storia della “settima arte”. Compie 78 anni.

Eventi sportivi
2016 – Il 23 novembre partiva su Sky Torino Channel, un canale telematico televisivo ospitato sul canale 234. Anche il Toro, come Roma, Lazio, Milan, Inter e Juventus ha il suo canale tematico per i tifosi su tutto il mondo granata con dirette dal vivo, dal campo d’allenamento, interviste esclusive, approfondimenti prima e dopo dopo le partire e tutto il settore giovanile.

Proverbio/Citazione
Per San Clemente l’inverno mette un dente.
“Perché un appello voglio rivolgere a voi, italiane e italiani, senza retorica, un appello che sorge dal mio cuore, di un uomo che ha assistito a tante tragedie, a degli spettacoli, che mai dimenticherà, di dolore e di disperazione in quei paesi. A tutte le italiane e gli italiani: qui non c’entra la politica, qui c’entra la solidarietà umana, tutte le italiane e gli italiani devono mobilitarsi per andare in aiuto a questi fratelli colpiti da questa nuova sciagura. Perché, credetemi, il modo migliore di ricordare i morti è quello di pensare ai vivi” Sandro Pertini discorso alla nazione dopo il terremoto in Irpinia del 1980