Quantcast

Conquista la semifinale la pasticcera buschese Giorgia Fagiolo Peirano a “MASTER CHALLENGE, SFIDA AI MASSARI” foto

Nella prossima puntata si sfideranno i semifinalisti per arrivare al duello finale durante il quale ci si troverà faccia a faccia con degli avversari d’eccezione: Debora e Iginio Massari

Busca. E’ andata in onda poco fa, in esclusiva su FOOD NETWORK, canale 33 del digitale terrestre e 416 di Sky, la quarta puntata del programma “MASTER CHALLENGE, SFIDA AI MASSARI” con protagonista la pasticcera buschese Giorgia Fagiolo Peirano dell’omonima pasticceria in cui è stato decretato l’ultimo semifinalista.

Dal ristorante Carlo Magno di Brescia Giorgia ha affrontato la mantovana Grazia Mazzali, una sfida tutta al femminile, due prove serrate giudicate da Debora ed Iginio Massari più gli esperti campioni del mondo Roberto Rinaldini e Davide Malizia.

Il maestro consegna il guanto della sfida che consentirà l’accesso alla semifinale per chi lo manterrà al termine delle due preparazioni.

La prima sfida prevedeva la preparazione di una crostata moderna che il maestro Massari definisce “composta da più creme con struttura di masticazione differente, il fondo sempre croccante a dare musicalità.”, la figlia Debora parla di creatività ed eleganza nell’aspetto.

Le concorrenti hanno un’ora e mezza di tempo per realizzarla. Prima il progetto va disegnato. La piemontese propone una frolla classica con bordo, ganache al cioccolato fondente, gelé di lamponi e bavarese alla vaniglia.

Da subito il timore della giuria è che nel suo ambizioso progetto Giorgia non abbia tenuto conto del tempo a disposizione osando con la complessità e le troppe preparazioni. Apprezzano però il modo di lavorare, la pulizia del banco, la sua decisione e determinazione. Effettivamente Giorgia è in ritardo sulla tabella di marcia e si trova a presentare, conscia dell’errore di valutazione dei tempi, alla giuria una crostata con la bavarese ancora calda. Viene criticato l’eccesso di lampone che va a prevaricare sul resto dei gusti e il fatto che una crema calda non sia piacevole in questa preparazione. Debora definisce la crostata di Giorgia abbastanza equilibrata ma si aspettava qualcosa di più stabile e concreto, infine il maestro Massari dice chiaramente alla pasticcera piemontese che avrebbe dovuto partire con la preparazione della bavarese e lei replica con una battuta: “dalle mie parti si dice esser Bastian contrario” e definisce il dolce un matrimonio con separazione immediata.

Si procede con le votazioni basandosi su diverse categorie: fedeltà al progetto, estetica, gusto, organizzazione, al termine le due sfidanti sono parimerito 2 a 2. La seconda sfida è quindi decisiva.

Nella prova successiva le sfidanti hanno 13 ingredienti da cui partire per preparare un dolce, possono escluderne un massimo di tre e se utilizzeranno degli ingredienti non previsti ci saranno delle penalità. “Servono abilità e non scuse”, con queste parole il maestro dà il via alla prova mettendo a disposizione delle concorrenti, per 1 ora e 45 minuti, i due giurati campioni del mondo.

Davide Malizia è al fianco di Giorgia. La preparazione da cui la piemontese lascia fuori come ingredienti lo strutto e la cannella, è un bicchierino con base di crumble con pistacchi e scorze di agrumi, una crema inglese, frutta e decorazione con scaglie di cioccolato ed agrumi.

Per tutta la preparazione Malizia detta i tempi a Giorgia che va un pò in panico, lui vuole che lei tenga a bada l’emozione preparando un dolce buono ma anche veloce vista la precedente prova che è stata una corsa contro il tempo

E’ il momento del giudizio. Il dolce di Giorgia rispecchia alcune sue insicurezze ed emozioni, il maestro dice che una preparazione come quella deve esser ben strutturata, si deve veder la geometria ed avere una lettura favolosa. La sua sfidante ha utilizzato ben tre ingredienti non previsti dalla lista e questo non ha potuto che giocare a favore di Giorgia, perchè come ha sottolineato il maestro Massari i concorsi fatti di regolamenti che vanno rispettati.

Infatti dopo le votazioni arriva il verdetto finale tocca a Grazia restituire il guanto della sfida mentre la pasticcera buschese Giorgia Fagiolo Peirano vola in semifinale convincendo tutti.

La puntata si conclude con un’incredula Giorgia che ammette di dover metabolizzare di esser ammessa allo step successivo del programma e conscia di dover lavorare sull’emozione che si sa, a volte può giocare brutti scherzi.

Nel prossimo appuntamento, sotto l’occhio attento di una giuria e accanto agli immancabili Debora ed Iginio Massari, la prima fase vedrò i vincitori delle prime quattro puntate a scontrarsi fra loro per aggiudicarsi le prime due posizioni, consentendo così l’accesso ad una seconda manche “al buio” in cui i due sfidanti assaggiano un dolce bendati per poi riprodurlo al meglio.

Solo il concorrente che si aggiudica tutte le prove potrà accedere al duello finale con l’aiuto di uno dei colleghi che lo hanno sfidato in semifinale. Nell’ultima puntata il finalista si troverà faccia a faccia con degli avversari d’eccezione: Debora e Iginio Massari. Quattro famosi critici gastronomici valuteranno i dolci senza sapere chi li ha cucinati decretando così il vincitore del duello finale.

Continueremo a seguire e tifare per Giorgia, unica rappresentante del Piemonte a partecipare a “MASTER CHALLENGE, SFIDA AI MASSARI”.