Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Buon 100° compleanno appuntato Valter Giaccone!

L'uomo ha festeggiato lo scorso 8 novembre il suo centesimo compleanno ricevendo nella sua casa di Paesana la visita del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Cuneo, Col. Pasquale Del Gaudio che ha portato l’abbraccio dell’Arma

Valter Giaccone, Appuntato dei Carabinieri in congedo, ha festeggiato lo scorso 8 novembre il suo centesimo compleanno ricevendo nella sua casa di Paesana la visita del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Cuneo, Col. Pasquale Del Gaudio che ha portato l’abbraccio dell’Arma. Alla ricorrenza si sono uniti il Presidente ed alcuni membri della Sezione saluzzese dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo, della quale il militare è socio onorario.

L’App. Giaccone, nato a Treville Monferrato (AL), si arruola nell’Arma all’età di 19 anni e viene destinato alla Stazione CC di Ponte nelle Alpi (BL). Nel 1939, allo scoppio della seconda guerra mondiale, viene mobilitato inizialmente per l’Africa e poi inviato sul fronte balcanico. Al termine del conflitto, rientra in Piemonte, dove prosegue il suo impiego dapprima presso la Stazione CC di Crissolo (CN), poi a Settime d’Asti (AT) ed infine a Luserna San Giovanni (TO).

Nel giugno del 1952 si sposa con una donna del luogo e dalla loro unione nascono due figli, uno dei quali, Elvio, il primogenito, che ha prestato servizio per tre anni nell’Arma, oggi è un Carabiniere in congedo. L’App. Giaccone ha prestato servizio nell’Arma fino al 9 giugno 1959, giorno in cui si congeda. Diversi sono stati i riconoscimenti e le decorazioni attribuitegli, tra questi si ricordano la “croce di guerra al valor militare” e la “medaglia commemorativa per campagne belliche”.

Per celebrare la straordinaria ricorrenza, il Col. Del Gaudio ha consegnato al festeggiato un “crest” dell’Arma dei Carabinieri, accompagnato da una lettera, donato dal Comandante Generale dell’Arma, Gen. C.A. Giovanni Nistri. Nella lettera il Comandante Generale ha espresso sentimenti di sincera gratitudine per l’onorato servizio reso nell’Istituzione, in un periodo di profondi sconvolgimenti causati dalla guerra in atto.

La commozione da parte dell’anziano Carabiniere è stata palpabile; i figli e i nipoti, presenti all’ emozionante incontro, hanno ringraziato l’Arma dei Carabinieri per l’apprezzata iniziativa e hanno voluto sottolineare come la vita del proprio congiunto sia stata caratterizzata negli anni dalla semplicità, dalla rettitudine, dal senso del dovere e dal forte legame con la famiglia.