Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ai ragazzi delle scuole superiori di Ceva e Mondovì si parla di sostenibilità con il progetto Granda&co.

Due proiezioni di “Immondezza” di Mimmo Calopresti e dibattito nell’ambito dell’iniziativa promossa dalla Camera di Commercio di Cuneo e cofinanziata dalla fondazione Crc

Ceva. Si è parlato di abbandono dei rifiuti, littering e sostenibilità ambientale nelle scuole e durante i grandi eventi ieri a Ceva con i ragazzi dell’Istituto Baruffi. L’iniziativa si è svolta nell’ambito del progetto “Granda & co.”, promosso dalla Camera di Commercio di Cuneo e sostenuto dalla Fondazione CRC, e che vede tra i partner il Consorzio rifiuti A.C.E.M.

Durante l’incontro con i ragazzi è stato proiettato il docufilm “Immondezza – la bellezza salverà il mondo”, per la regia di Mimmo Calopresti e con il rifiutologo albese Roberto Cavallo tra i protagonisti, seguito da un bel dibattito sui temi emersi dalla pellicola condotto dagli educatori della Cooperativa ERICA. Venerdì 29 novembre si replica con un’altra proiezione del film a Mondovì con i ragazzi delle scuole superiori cittadine e il successivo dibattito. Il progetto continuerà con altre sessioni di formazione in altri Istituti della Provincia di Cuneo.

L’obiettivo del progetto “Granda & co.” è coinvolgere le scuole del territorio e gli studenti, trasmettendo loro le motivazioni per una corretta gestione dei rifiuti e le nozioni fondamentali per perseguirla, diventando così attori fondamentali nel processo di miglioramento ambientale del territorio!

Immondezza raccontaKeep Clean and Run”, un eco-trail unico al mondo. La particolarità di questo evento -ideato da Roberto Cavallo– è di aver visto impegnati, da nord a sud Italia, sportivi e testimonial in una corsa contro l’abbandono dei rifiuti. Un percorso tra sentieri, città e parchi, mappando e fotografando i rifiuti abbandonati, con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione e i media sul fenomeno del littering e del marine litter (abbandono dei rifiuti, in strada e in mare), nonché di testimoniare le filiere virtuose di gestione e trattamento dei rifiuti. L’obiettivo della narrazione cinematografica di Calopresti coincide in particolare con quello dell’eco-maratona 2017, sviluppatasi dal Vesuvio all’Etna, facendo della sostenibilità il suo punto di forza. Il titolo dell’opera è un omaggio a Pier Paolo Pasolini che, con la sua indiscussa e geniale visione del futuro, vide già nell’Ambiente una delle sfide-chiave per il nostro futuro.