Quantcast

Addio Joy alpaca coraggioso

E' morto dopo 8 giorni di ricovero l'animale di Suor Laura sbranato da un pitbull sabato 26 ottobre a Roccavione

Più informazioni su

Roccavione. “Stamattina l’eroe-guerriero Joy ha avuto un repentino peggioramento e alle ore 12.00, nonostante tutti i nostri sforzi è corso sul ponte. Sia noi sia Suor Laura non troviamo parole più adatte perché il dolore è tanto e perchè abbiamo creduto fino alla fine di riuscire ad aiutarlo a combattere per farcela. Sia lui che noi ce l’abbiamo messa tutta, ma indubbiamente il Signore o il fato hanno sempre l’ultima parola. Joy, comunque, nonostante il tragico epilogo della storia, ci ha dato modo di capire come esista ancora la solidarietà e tanta gente con un animo buono e puro…il grande altruismo da lui mostrato nel difendere gli umani con lui, ha contagiato un po’ tutti. Grazie, anima pura per questa grande lezione di vita.“. Con questo post su Facebook ieri nel pomeriggio il Centro Canc (Centro Animali Non Convenzionali) di Grugliasco ha annunciato la morte dell’alpaca Joy.

Lo scorso 26 ottobre Joy, l’alpaca bianco, durante un’escursione nei boschi di Roccavione è stato aggredito da un pitbull lasciato incustodito. L’alpaca ha avuto la peggio, nel tentativo di difendere le due escursioniste, mamma e figlia, è stato trasportato d’urgenza alla clinica veterinaria di Grugliasco. L’animale è arrivato praticamente senza muso, senza muscoli di labbra e naso, in pericolo di vita.

Subito Suor Laura Cazzaniga si è attivata chiedendo aiuto per salvare Joy, aprendo una raccolta fondi per finanziare le costose cure. Suor Laura, fondatrice dell’associazione Monte Luce, vive in mezzo ai boschi di Roccavione allevando gli alpaca e organizzando trekking rivolti a famiglie e scuole; con la loro lana, pregiata e priva di lanolina che non infeltrisce e non provoca allergie la suora realizza scaldacolli e berretti.

Joy era stato sottoposto a un lungo e delicato intervento chirurgico mirato alla ricostruzione del volto dilaniato nell’aggressione subita. L’animale sembrava aver reagito bene all’operazione, ma successivamente le sue condizioni si sono aggravate fino alla morte nella giornata di ieri, domenica 3 novembre.

Addolorata Suor Laura che ci tiene a ringraziare quanti hanno contribuito al tentativo di salvare la vita a Joy e fa sapere che con le donazioni, oltre a pagare le spese della clinica, è sua volontà metter accanto ad Amigo, l’alpaca scuro rimasto solo, un altro esemplare della specie.

Foto tratta dalla pagina Facebook del C.A.N.C.: Joy in uscita dalla sala operatoria

Più informazioni su