6.000 sardine Cuneo, oggi il flash mob foto

A partire dalle 19 in Largo Audiffredi, circa 2.300 tra partecipanti e interessati sul gruppo Facebook.

Cuneo. E’ previsto per questa sera, ore 19, il flash mob “6.000 sardine Cuneo” sull’onda dell’omonimo evento bolognese.

Largo Audiffredi (piazzetta a fianco del comune, via Roma) ospiterà i manifestanti,  circa 2.300 gli interessati sul gruppo Facebook. Il flash mob è stato riconosciuto ufficialmente dai quattro organizzatori bolognesi che stanno riempiendo le piazze d’italia ed è stato inserito nell’elenco degli eventi ufficiali.

Obiettivo di questa discesa in piazza? Combattere i toni d’odio che la politica sta ininterrottamente utilizzando.

Riproponiamo l’intervista a Simone Borio, amministratore del gruppo Facebook, che ne ha commentato così la nascita: “Ci siamo messi in gioco a seguito di piazza Maggiore a Bologna, all’inizio non ci conoscevamo tra organizzatori, ci siamo trovati su Facebook e poi ci siamo incontrati dal vivo per organizzare il flash mob di sabato 30. Tengo a precisare che è un gruppo apartitico, ognuno scende in piazza con le proprie idee”

Scendere in piazza per cosa?
“Per combattere il vento di odio che si sente quotidianamente da una parte politica ben precisa, vogliamo far sentire una voce diversa, quella che è sempre stata minoritaria, ora è il nostro momento”.

Avete contatti con i quattro ragazzi di Bologna che hanno organizzato la piazza?
“Si, ci siamo sentiti tramite Facebook e c’è stata molta solidarietà: abbiamo ricevuto del materiale e il riconoscimento del flash mob del 30 novembre.”

Uno dei punti del manifesto politico delle sardine tratta il tema della comunicazione: “Si è ciò che si comunica”, come lo interpretate?
“La comunicazione, specialmente attraverso i social network, è molto importante, noi ci siamo promessi di utilizzare toni pacati. Chi fomenta l’odio e attacca attraverso dei post o dei commenti non è costruttivo, anzi è distruttivo. Nel nostro gruppo Facebook abbiamo inserito delle regole da rispettare se si vuole stare dentro. 

Con che criterio rimuovete le persone?
“Noi monitoriamo quotidianamente il gruppo e se notiamo dei commenti sgradevoli non li eliminiamo subito, procediamo con un avvertimento e, se persistono, li rimuoviamo. Tengo a precisare comunque che ammettiamo tutti, chi rispetta può restare”.

Cosa è previsto per questa sera?
“Organizziamo un flash mob a Cuneo. Porteremo un microfono e una cassa, ognuno potrà parlare liberamente. Invitiamo tutti coloro che sono stufi di questi toni aggressivi”.