Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rinnovata la Delegazione FAI Cuneo foto

Roberto Audisio, nuovo Capo Delegazione, guiderà per i prossimi tre anni il sodalizio cuneese impegnato nella missione di sensibilizzazione degli italiani verso la valorizzazione e tutela del patrimonio artistico e naturalistico.

Cuneo. Cambio al vertice della Delegazione FAI di Cuneo: Roberto Audisio, geometra e designer professionista cuneese, succede a Françoise Giorgis alla conduzione della Delegazione FAI Cuneo. Il passaggio di consegne è avvenuto ufficialmente mercoledì 2 ottobre 2019, in una cerimonia ufficiale molto partecipata da autorità e pubblico, ospitata nella Sala d’Onore del Municipio di Cuneo, anche se la lettera di incarico, firmata direttamente dal prof. Andrea Carandini, presidente nazionale del Fondo Ambiente Italiano, è datata 15 aprile 2019.

“Dopo una decina di anni di attività come volontario, di cui gli ultimi sei come vice capo, ho accettato con onore questo nuovo incarico con l’obbiettivo di radicare ancora più la presenza del FAI sul territorio” spiega Roberto Audisio “I valori della Fondazione nazionale, ritenuta una fra le più prestigiose e meritevoli nella valorizzazione e tutela del patrimonio artistico e naturalistico del nostro Paese, indicata come modello da seguire anche dal Presidente della Repubblica, Mattarella, mi sono ormai entrati dentro e sono diventati passione.

Da sei anni ormai la Presidente regionale Maria Cattaneo mi ha voluto a suo fianco come responsabile comunicazione per il Piemonte e la Valle d’Aosta: ciò mi ha permesso di conoscere meglio, direttamente dall’interno, lo spirito del FAI che vorrei cercare di diffondere sempre più nel cuneese”. Gli obiettivi per il prossimo triennio sono vari e diversi, a partire dalla valorizzazione delle vallate cuneesi, nell’ambito del “Progetto Alpe, l’Italia sopra i 1000”, il programma nazionale lanciato dal FAI per dare il proprio contributo alla conoscenza e sviluppo dei territori montani trascurati e oggi in crisi, custodi di un capitale eccezionale di natura e cultura, prezioso potenziale per il futuro.

Cuneo è la porta delle Alpi marittime, uno scrigno di bellezza rappresentata da una natura che ci invidiano in tanti e da piccoli o grandi testimonianze di arte e di storia da scoprire e conoscere. Con lo stesso entusiasmo la Delegazione FAI Cuneo vuole contribuire a dare una vocazione culturale alla città e al territorio, riscontrando che la gente, quando viene sollecitata, risponde con entusiasmo. Ha voglia di cultura, ha sete di conoscenza.

L’obbiettivo è risvegliare la curiosità e, come dice il FAI, dare modo di impegnare bene il tempo libero, con attività interessanti, curiose, istruttive, per singoli, coppie, famiglie, di tutte le età, proponendo un calendario di iniziative che possa soddisfare tutti: visite, viaggi, concerti, incontri e convegni. Inoltre coinvolgere i giovani, nei cui occhi si legge il futuro, coinvolgendo gli insegnanti e le scuole con il progetto Apprendisti Ciceroni per instillare in loro la curiosità di cercare la bellezza nei luoghi in cui si vive.

Proprio per questo scopo è stato formato un Gruppo FAI Giovani Cuneo, che raccoglie intorno a sé ragazzi entusiasti dai 18 ai 35 anni che proporranno iniziative culturali ai loro stessi coetanei per offrire un modo diverso e innovativo di conoscere l’arte e la storia. FAI – Fondo Ambiente Italiano Delegazione FAI Cuneo – p. Galimberti, 12 – 12100 Cuneo – t. 351 555 6443 – cuneo@delegazionefai.fondoambiente.it Direzione e uffici – La Cavallerizza -via Carlo Foldi, 2 – 20135 Milano – t. 02 4676 151 – f. 024819 3631 PEC 80102030154ri@legalmail.it – www.fondoambiente.it Fondazione nazionale senza scopo di lucro per la tutela e la valorizzazione dell’arte, della natura e del paesaggio italiani.

Riconosciuta con DPR n. 941 del 3.12.1975 – Reg. Persone Giuridiche Prefettura MI n. 86 – C.F. 80102030154 – P.IVA 04358650150 Un’altra grande sfida sarà quella di proporsi come “ponte fra culture”: far conoscere il nostro patrimonio a chi arriva da paesi diversi e lontani, restituendo con l’accoglienza ciò che il passaggio di altri hanno permesso di costruire in passato rendendoci una delle civiltà più ricche al mondo. Cuneo da sempre è una città snodo fra la pianura e i monti che l’hanno proiettata verso la Francia e oltre; oggi accoglie numerose comunità straniere che, proprio attraverso la conoscenza del nostro patrimonio e della nostra storia, si potrebbero avvicinare meglio alla nostra cultura in uno scambio reciproco di esperienze. “Sono grato ai capi delegazione che mi hanno preceduto con cui ho avuto il grande piacere di collaborare e che mi hanno permesso di assimilare i preziosi valori che guidano questa prestigiosa fondazione. Mi auguro di poter proseguire nel lavoro avviato, impegnandomi per far crescere il FAI.

Con ognuno di loro ho potuto percorrere un pezzo di strada che mi ha condotto qui, oggi” ha concluso Roberto Audisio presentando tutti i componenti della nuova Delegazione, a partire dalla giovanissima Diana Andrea Galanti con la carica di vice Capo Delegazione nonché Capo Gruppo FAI Giovani, proprio nel segno di un vero coinvolgimento attivo delle nuove generazioni. La Delegazione FAI di Cuneo ha sede in Piazza Galimberti 12, ed è aperta al pubblico tutti i mercoledì pomeriggio, dalle 15,30 alle 18,30, dove i volontari sono a disposizione per le iscrizioni e per dare informazioni sulle iniziative proposte.

foto della cerimonia – credit: Vanessa Casaretti, HISTOIREDEPHOTO, Cuneo