Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Non solo tartufi per il TabUi 2.0 made in Alba

L’applicazione che aiuta il turista ad apprezzare al massimo tutti gli aspetti legati al territorio di Langhe, Roero e Monferrato in pochi mesi è diventata un fenomeno di massa che ha spinto gli ideatori a sviluppare una nuova versione più performante ancora

Più informazioni su

Quando è nata, nell’ottobre 2018, Giorgio Proglio, l’ideatore, spiegava la genesi della sua creatura TabUi, sigla sintetica che sta per Territorio-Arte e cultura-Bellezza-Unesco-Innovazione, con la sua voglia di realizzare qualcosa di unico per il territorio patrimonio dell’Umanità UNESCO che comprende Langhe, Roero e Monferrato. Nel giro di un mese l’applicazione contava già più di 15.000 follower sui social e quasi 10.000 download dell’app, quel Tabui nato per riunire in un’unica piattaforma tutte le informazioni sulla zona, dai sentieri per il cicloturismo all’arte e alla cultura, dai ristoranti e cantine agli agriturismo fino ai consigli per i turisti e le audio guide in grado di geolocalizzare l’utente e raccontare il territorio attraverso flussi audio.

In pochi mesi, in cui la crescita dell’app è stata esponenziale, TabUi, nome che in langhetto indica il cane da tartufi, compagno inseparabile del trifolau, è diventata la compagna ideale per orientare il turista in un territorio unico, ricco di fascino e di tesori. La rapida crescita ha comportato la necessità di rinnovarsi dal punto di vista grafico e di performance. Velocità, stabilità e una nuova versione della Realtà Aumentata stanno permettendo a TabUi di fare un ulteriore balzo in avanti nell’innovazione turistica del territorio. La nuova versione TabUi 2.0 è disponibile negli store Apple e Google Play dal 10 ottobre.

Giorgio Proglio, l’ideatore e fondatore del progetto, spiega il perché si sia sentita l’esigenza di una nuova versione di TabUi: “Al lancio della TabUi APP nel mese di maggio 2019 erano in

previsione circa 15.000 utenti nel primo anno. In realtà il successo mediatico ha portato l’app a superare i 40.000 download. Questo ha rallentato moltissimo le performance e abbiamo dovuto anticipare gli investimenti e lo sviluppo della nuova piattaforma”. E’ stata una corsa contro il tempo che però ha portato tabUi ad una stabilità incredibile, in modo da poter essere usata facilmente da tutti gli utenti attraverso i loro smartphone. Altre nuove caratteristiche di TabUi 2.0 sono la compatibilità con i tablet, la versione landscape e una nuova versione della Realtà Aumentata, un’innovazione in cui il team di ricerca e sviluppo sta facendo passi da gigante.

Questo gioiellino made in Langa sta diventando un fenomeno nell’ambito turistico e non ci stupiremmo se prima o poi si allargassero i suoi confini da quelli di Langhe, Roero e Monferrato al resto d’Italia così come non ci stupiremmo se presto sentiremo parlare di una versione 3.0 di TabUi.

Più informazioni su