Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cosa fare oggi (domenica 20 ottobre) in provincia di Cuneo

A Cuneo si conclude la Fiera del Marrone con il mercato festivo straordinario. Allo stadio "Fratelli Paschiero" la partita Cuneo Football Club - Lagnasco con ingresso ad offerta libera completamente devoluta all'associazione "Amico Sport". A Torre Mondovì la Sagra della Cupeta, a Paesana "Paesanainpiazza". Castagna protagonista anche a Ormea, Roburent, Venasca e Frabosa Soprana, mentre a Mondovì si festeggiano i 100 anni dell'Associazione Nazionale Alpini

Più informazioni su

Sono tanti anche oggi (domenica 20 ottobre) gli appuntamenti e gli eventi in programma in provincia di Cuneo. Noi ve ne suggeriamo alcuni.

A Cuneo si conclude la 21ª edizione della Fiera del Marrone, ormai affermata come una delle più importanti rassegne enogastronomiche d’Italia e vetrina unica delle eccellenze del territorio cuneese. All’evento partecipano centinaia di espositori provenienti dall’Italia e dall’estero, tutti attentamente selezionati in nome della qualità dei prodotti esposti. Oltre all’enogastronomia, la Fiera offre ampio spazio all’artigianato d’eccellenza, a laboratori didattici, iniziative culturali e turistiche, mostre e spettacoli. Per l’occasione c’è il mercato festivo straordinario.

Sempre a Cuneo, allo stadio “Fratelli Paschiero” la partita di calcio Cuneo Football Club-Lagnasco con ingresso ad offerta libera (minimo 1 euro) completamente devoluta all’associazione “Amico Sport”.

A Paesana c’è Paesanainpiazza: rassegna dell’Agricoltura, dell’Artigianato, del Commercio e della Zootecnia con bancarelle, hobbisti e produttori agricoli. Inoltre esposizione di bestiame, spettacoli itineranti, musica e giostre.

A Torre Mondovì c’è la 5ª edizione della Sagra della Cupeta. Dalle 10 alle 18 numerose bancarelle espongono prodotti tipici locali. Alle ore 11 la Santa Messa nella Chiesa dell’Assunta, che anticipa il pranzo previsto a partire dalle 12,30. Al pomeriggio saranno distribuite le caldarroste. Cupete a volontà durante l’intera durata della manifestazione.

A Ormea a partire dalle 15 gran castagnata accompagnata da un buon bicchiere di vino ormeasco, musica e danze.Lungo via Roma dal mattino si svolge il mercatino dell’artigiano e dei prodotti tipici.

Sempre a Ormea, per la Settimana delle Scienze della Terra, Aldo Acquarone e Raffaella Zerbotto, dopo aver spiegato presso la Scuola Forestale la conformazione del sottosuolo delle nostre zone, accompagneranno le persone a visitare la Grotta dell’Orso a Cantarana e nel pomeriggio escursione alla Balma del Messere a Cantarana Prale. Info:tel. 0174.392157

A San Giacomo di Roburent c’è la Sagra della Castagna che, giunta alla sua 53^ edizione, propone per le vie del paese la distribuzione caldarroste, offerte dai commercianti e accompagnate da musica e danze occitane.

A Rossana c’è il concorso fotografico “Rosssana Foto Festival” in collaborazione e presso “Naturas” B&B di Lemma: appuntamento in loco alle ore 14 per l’iscrizione gratuita. 1° premio soggiorno per 2 persone presso il B&b. Info:tel. 366.3105103 – www.rossanafotofestival.it

A Festiona di Demonte c’è la Castagnata di solidarietà con l’intero ricavato della giornata che sarà devoluto all’AIL – Associazione Italiana contro le leucemie – linfomi e mieloma.

A Manta c’è “Arte e natura in Castello”: Speciale visita tematica per scoprire la storia, l’arte e la natura del Castello della Manta alle ore 15.30. Un vero e proprio viaggi tra i tesori di questo maniero medievale: lo straordinario ciclo di affreschi del Salone Baronale, i dipinti della Chiesa del Rosario, le grandi magnolie che sorvegliano il portone d’ingresso, il maestoso cedro del giardino, un percorso tra passato e presente, condotto con passione e competenza dai narratori del FAI.

A Busca va in scena “Le Filippine incontrano Busca”: con il patrocinio della Città, la onlus Una Mano per i Bambini, la comunità filippina di Centallo e la sezione intercultura degli istituti comprensivi di Centallo e Busca. Un evento per salutare l’arrivo in città di Padre Giovanni Gentilin, missionario canossiano da più di 30 anni nelle Filippine e fondatore della “Scuola della Gioia”. Si tratta di una giornata di incontro e solidarietà in Casa Francotto (piazza Regina Margherita) dalle ore 10 alle 13, cui farà seguito un pranzo, per capire le tradizioni e la cultura filippina. Si inizia con un grande gioco interattivo con cui i ragazzi e i genitori potranno scoprire le Filippine attraverso semplici domande cui rispondere via web, muniti di smartphone; si proseguirà con danze nei costumi della tradizione filippina e con i racconti toccanti di Padre Giovanni. Alle ore 13, per chi è interessato, pranzo conviviale con Padre Giovanni.

A Racconigi a 110 anni dallo storico soggiorno dello Zar Nicola II Romanov di Russia c’è “Racconigi Bus Express”. Racconigi è nota per il Castello e il Parco Reale, una delle villeggiature più amate dalla Famiglia Savoia, dal 1997 Patrimonio UNESCO. Oggi Racconigi ricorda i 110 anni dalla venuta dello Zar Nicola II Romanov di Russia. Fu un evento che richiamò l’attenzione sulla piccola città da parte dei giornali di tutto il mondo. I preparativi al castello ed in città furono notevoli: ci si preparava per la prima volta ad accogliere un importante capo di Stato. Il Palazzo Comunale accolse la conferenza stampa finale, vi presero parte il presidente del Consiglio Giovanni Giolitti, i principali ministri russi ed italiani.

A Frabosa Soprana c’è Castagne e coltelli, organizzata dalla Proloco di Frabosa Soprana in collaborazione con il Comune di Frabosa Soprana, promuove i prodotti tipici locali di stagione: il formaggio Raschera, i funghi dei boschi circostanti, le paste di meliga e le castagne, arrostite in innumerevoli padelle. Il mercatino del dolce e del salato e il tradizionale Festival Artisti di Strada, la distribuzione di caldarroste e vino e l’animazione in piazza sono solo alcuni degli elementi del programma.

A Venasca c’è “La Castagna – mostra mercato dei prodotti agricoli e artigianali della Valle Varaita”: completa vetrina delle tipicità della Valle Varaita: dalla gastronomia all’artigianato d’eccellenza, dai prodotti agricoli e zootecnici alla tradizione culturale, senza tralasciare i progetti turistici e ambientali della valle. Laboratori ludico-creativi. Inoltre, il parco tematico La Fabbrica dei Suoni sarà aperto al pubblico con due visite guidate, alle ore 15 e alle ore 17.

A Casteldelfino c’è la Fiera di Son Martin. Alle 10 presso il salone della casermette: riflessioni e considerazioni sul progetto Tru forma, Delfina patata alpina. Intervengono i coltivatori che hanno partecipato al progetto con il prof. Antonio Jannussi.

A Fossano l’ONAS -Organizzazione Nazionale Assaggiatori Salumi – celebra i suoi vent’anni di attività con un ricchissimo programma. Info: www.onasitalia.org

Mondovì diventa il centro nevralgico del Rally del Piemonte, con tre passaggi sulla pedana di Corso Statuto e un riordino in Piazza del Mercato; oltre a verifiche sportive e tecniche e i parchi assistenza presso la Cos.Pel di Corso Venezia nell’area industriale. Info: www.rallydelpiemonte.it

Sempre a Mondovì si festeggiano i 100 anni dell’Associazione Nazionale Alpini: dalle ore 8,30 appuntamento con la colazione alpina, offerta dalla Confagricoltura di Mondovì presso l’ex ospedale di Mondovì Piazza. Alle 9,15 inizio della sfilata, che percorrerà via delle Scuole, Piazza Maggiore e via Giolitti, fino a raggiungere l’ex caserma Galliano. Qui si terrà il rito dell’Alzabandiera e l’Onore ai Caduti. Alle 10,30 S. Messa. Alle 11,30 cerimonia di conferimento della Cittadinanza Onoraria alla Sezione ANA di Mondovì. Alle 12,30 pranzo presso l’Istituto Alberghiero “G. Giolitti”. Alle 17 Ammainabandiera

Ad Alba prosegue la Fiera del Tartufo Bianco d’Alba con un ricchissimo programma in tutta la città.

A Saluzzo CoopCulture propone una visita guidata nel centro storico che racconta storie di accadimenti notturni, di eretici e del lato oscuro di personalità, illustri e non, del Marchesato, tra leggenda e realtà. Il percorso inizia dal Museo della Civiltà Cavalleresca, con il racconto delle efferatezze nel periodo del Marchesato; la guida condurrà poi al Museo della Memoria Carceraria, dove furono rinchiusi i Valdesi a causa della loro fede. Prima di lasciare la Castiglia, uno sguardo alla città dai camminamenti di ronda, consentirà di ricordare assedi e guerre di un tempo. Lungo il percorso, un altro protagonista sarà Matteo Olivero, artista tormentato, personalità oscura ma amante di tutte le sfumature del sole. Infine, il suggestivo chiostro della Chiesa di San Giovanni sarà la scenografia per raccontare di condanne al rogo, di eretici e di processi alle streghe. La visita si concluderà con la poesia di una delle più apprezzate e precoci scrittrici del romanticismo italiano, Diodata Saluzzo Roero. La visita guidata “La notte e i suoi misteri” parte alle 17.30 dalla biglietteria della Castiglia, in piazza Castello, 1 e terminerà intorno alle 19Info: tel. +39 800 392 789 (numero verde) – saluzzo@coopculture.it

Più informazioni su