Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Confartigianato ha incontrato il Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli

Bene volontà del Ministro di modificare lo “sconto in fattura”

Il Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli ha incontrato, lo scorso 14 ottobre, i vertici di Confartigianato, il Presidente Giorgio Merletti e il Segretario Generale Cesare Fumagalli.

Nel corso dell’incontro il Presidente di Confartigianato, nell’apprezzare l’attenzione del Ministro alle aspettative espresse dall’artigianato e dalle piccole imprese, ha ribadito la necessità che venga al più presto modificato il meccanismo dello sconto in fattura per ecobonus e sismabonus previsto dall’articolo 10 del Decreto Crescita che, nell’attuale formulazione, altera la concorrenza a danno dei piccoli imprenditori dei settori costruzioni e installazione impianti.

In particolare, il Presidente di Confartigianato ha ribadito la necessità che venga al più presto modificato il meccanismo dello sconto in fattura per ecobonus e sismabonus previsto dall’articolo 10 del Decreto Crescita che, nell’attuale formulazione, altera la concorrenza a danno dei piccoli imprenditori dei settori costruzioni e installazione impianti.

In proposito, il Presidente Merletti ha valutato molto positivamente l’impegno del Ministro Patuanelli ad individuare una soluzione, come lo stesso Ministro aveva affermato nel recente question time in Senato svoltosi nei giorni scorsi.

«C’è “l’esigenza evidente di modificare” la norma sullo sconto in fattura dell’ecobonus» aveva dichiarato Patuanelli, spiegando che nonostante le intenzioni positive, la norma «ha certamente ha prodotto un risultato negativo su una parte di attività produttiva prevalente nel nostro Paese».

«Apprezziamo – commenta Luca Crosetto, presidente provinciale Confartigianato Cuneo – la volontà del Ministro che ha riconosciuto la fondatezza dell’allarme lanciato dalla Confederazione sugli effetti negativi della norma a danno di mezzo milione di micro e piccole imprese operanti nel settore delle costruzioni, con 1,2 milioni di addetti, l’89% dell’occupazione del settore. Nei mesi scorsi, Confartigianato ha rappresentato le ragioni degli imprenditori sia nei confronti dell’Autorità Antitrust sia nei confronti del Governo e del Parlamento, sollecitando la modifica del meccanismo dello sconto in fattura per ecobonus e sismabonus previsto dall’articolo 10 del Decreto Crescita. Ora dal Ministro dello Sviluppo Economico arriva la disponibilità a intervenire».

«Ecobonus e sismabonus – aggiunge Domenico Massimino, vicepresidente nazionale di Confartigianato Imprese – hanno sicuramente la finalità positiva di un investimento nel comparto casa ma, impostati in questo modo, rischiano di mettere fuori dal mercato artigiani e piccole imprese. Un provvedimento di questo tipo, per non ledere alcun soggetto coinvolto, dovrebbe prevedere l’obbligo di acquisizione da parte dello Stato del credito di imposta generato. L’Articolo 10 deve essere rapidamente superato e la migliore soluzione a questo problema consiste nell’abrogazione della norma».