Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mostra collettiva in Provincia con Prudenzano, Bertolini e Servolo

L’esposizione “Analogie differenti” è visitabile a Cuneo dal 23 settembre al 3 ottobre 2019

Cuneo. Tre artiste – Fernanda Prudenzano, Andreina Bertolini e Marica Servolo – sono le protagoniste della mostra collettiva “Analogie differenti” che sarà ospitata nella Sala Mostre della Provincia (corso Nizza 21, angolo corso Dante) a Cuneo dal 23 settembre al 3 ottobre 2019. L’inaugurazione è fissata per lunedì 23 settembre alle 17.30 e poi la mostra sarà visitabile tutti i giorni feriali dalle 15 alle 19, sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Ma conosciamo più da vicino le tre artiste. Fernanda Prudenzano è conosciuta come “Ira”, una sigla da un significato profondo con cui firma tutte le sue opere. Frequenta gruppi artistici e cura allestimenti di mostre ed eventi. Il suo interesse per l’arte diviene passione pura, la pittura rapisce la sua anima. Per acquisire sicurezza nelle varie tecniche frequenta corsi professionali, lezioni individuali, demo e workshop con insegnanti di prestigio. Ama sperimentare sempre cose nuove, ma il figurativo, nello specifico il ritratto rimangono il sempre il principale obbiettivo da raggiungere. Vive ed opera a Tarantasca.

Andreina Bertolini è nata a Torino nel 1964 e risiede a Grugliasco. Si laurea in Architettura al Politecnico di Torino nell’anno accademico 1988-1989. Dal 2015 si dedica al mondo dell’acquerello   frequentando corsi e lezioni private dell’artista Vittoria Piccioni. Nel 2015 partecipa alla mostra “Dipingere ad acquerello” Scuole a confronto presso la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino. Frequenta gli Studi artistici di Adelma Mapelli e Dino Pasquero, è vincitrice del secondo premio al concorso Il Sigillo 2017 con tema “Esili organizzato dall’Università Popolare di Padova.

Marica Servolo nasce a Savona l’11 dicembre del 1975. Ha frequentato la scuola di Altare dove ha vissuto fino a 25 anni. Fin dalla tenera età manifesta spiccate tendenze artistiche, riconosciute ed incoraggiate dalle sue insegnanti, tuttavia segue un percorso scolastico differente dalle sue inclinazioni. Coltiva la passione per il disegno e la pittura seguendo corsi di apprendimento presso rinomati artisti della val Bormida e partecipando a corsi di storia dell’arte. Da alcuni anni partecipa regolarmente a mostre collettive ed estemporanee in val Bormida, Liguria e Basso Piemonte; “Incontri acquerellati” di Carcare ed altri. La sua pittura è caratterizzata dalla varietà di stili, soggetti e tecniche sempre diverse.