Momenti di gloria per gli studenti del Cravetta di Savigliano foto

Premiazione per la progettazione del logo per il Centro Diurno “Eta Beta”

Più informazioni su

Savigliano. Inizio d’anno particolare per gli studenti dell’Istituto “A. Cravetta di Savigliano. Giovedì 19 settembre in piazza Turletti, uno splendido angolo saviglianese incorniciato dalla facciata neoclassica del teatro Milanollo, si è tenuta la premiazione per la progettazione del logo per il Centro Diurno “Eta Beta”. Un progetto avviato nel precedente anno scolastico che ha coinvolto tutte le classi del corso Tecnico in “Grafica e comunicazione” proponendo 94 soluzioni esposte per l’occasione sulla piazza.

Durante l’estate la mostra itinerante è stata ospitata nella biblioteca cittadina, al museo civico e all’università per poi approdare negli spazi commerciali della Conad. Tre giurie hanno lavorato in sinergia per consacrare i vincitori.

La presentazione della serata è stata curata da Simona Solavaggione, la voce della radio saviglianese, accompagnata da Francesco Gala. Durante l’apericena, offerto da Voci Erranti (Caffè Intervallo) si sono avvicendati ai microfoni, la responsabile del centro diurno Eta Beta Carla Cravero il Sindaco Giulio Ambroggio accompagnato dall’assessora Petra Senesi, il Presidente di Monviso Solidale Giampiero Piola, il Direttore di Monviso Solidale Dott.Giuseppe Migliaccio e il professor Marco Filippa che ha coordinato le fasi di progettazione con la collaborazione di altri docenti dell’Istituto. Nel 40° anniversario il centro diurno ha così rinnovato il suo logo premiando Valentina Milanesio, come vincitrice assoluta (buono spesa alla Conad di 150 euro nel reparto giocattoli, elettronica e abbigliamento, offerto dal Direttore Andrea Brunetto); la giuria popolare ha invece scelto il lavoro di Sofia Aguzzi e Annalisa Bergese, mentre la giuria tecnica ha decretato vincitrice l’allieva Andrea Bosco.

Sono inoltre stati premiati i lavori di Mikele Amataj, Vincent Morello Un dj set curato Fuma che ‘nduma ed esibizioni acrobatiche di Francesco Sgrò hanno allietato la manifestazione che si è conclusa allegramente coinvolgendo i partecipanti in una serata danzante; occorre ricordare che l’impianto per la proiezione dei loghi è stato offerto da “Corto circuito film festival savigliano” e che l’evento è stato patrocinato dal Comune. Venerdì 20 settembre c’erano anche 55 allievi e 4 docenti accompagnatrici dell’I.I.S. “Aimone Cravetta” tra le 4000 persone della provincia che hanno avuto la fortuna di partecipare all’evento “Un giorno da astronauta”, organizzato dalla Fondazione CRC in occasione del 50° anniversario dell’allunaggio e svoltosi stamattina al Pala Ubi Banca di Cuneo. Ospite d’onore l’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea Paolo Nespoli. Dopo i saluti del sindaco di Cuneo e presidente della Provincia Borgna, del presidente della Regione Cirio e dei rappresentanti della Fondazione CRC, è stato proiettato il documentario “Expedition” della regista Alessandra Bonavina, primo docufilm dedicato a una missione spaziale.

Nel documentario l’ “extraterrestre” Nespoli, alla sua terza missione sulla Stazione Spaziale Internazionale, racconta e spiega, tra Europa Russia e America, tutto ciò che avviene prima di un lancio: duri e lunghi addestramenti, esperimenti, simulazioni inimmaginabili per noi terrestri. Nespoli si è poi “prestato” a rispondere a molte delle domande che gli studenti incuriositi, messisi in fila, andavano a porgli. A margine della foto di gruppo finale, Nespoli ha più volte ribadito a tutti i giovani presenti che è fondamentale non smettere di sognare perché, con l’impegno e la volontà, si può arrivare a centrare obiettivi ritenuti impossibili. Ad uscire dall’atmosfera e non essere più trattenuti dalla forza di gravità.

Più informazioni su