Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Buongiorno di Cuneo24

Sedici tra i più noti naturalisti del mondo si riunirono a Morges (nella Svizzera francese) per dar vita a un organismo che si impegnasse con azioni concrete per la salvaguardia della natura e delle specie in pericolo. Fu scelto come nome World Wildlife Fund (in italiano, “fondo mondiale per la vita selvatica”), ma divenne famoso in tutto il pianeta con l’acronimo WWF

Cuneo. Il sole è sorto alle 7:00 e tramonta alle 19:54. Durata del giorno dodici ore e cinquantasei minuti.

Santi del giorno
Santi Proto e Giacinto, martiri.
Beato Ludovico IV, Langravio di Turingia.
San Diomede, martire.

Avvenimenti
1894 – San Marino adotta l’Inno nazionale della Repubblica.
1941 – Inizio degli scavi per la costruzione del Pentagono. La marina militare statunitense riceve l’ordine di attaccare i sottomarini tedeschi.
1961 – Sedici tra i più noti naturalisti del mondo si riunirono a Morges (nella Svizzera francese) per dar vita a un organismo che si impegnasse con azioni concrete per la salvaguardia della natura e delle specie in pericolo. Fu scelto come nome World Wildlife Fund (in italiano, “fondo mondiale per la vita selvatica”), ma divenne famoso in tutto il pianeta con l’acronimo WWF. Oggi è la maggiore organizzazione impegnata per la conservazione e la difesa della natura, grazie al sostegno di oltre 5 milioni di persone. Tra gli eventi internazionali promossi in tal senso, c’è L’ora della Terra, destinata a favorire il “risparmio energetico” attraverso lo spegnimento dell’illuminazione cittadina, per la durata di un’ora.
2001 – Alle 8,46 (le 14,46 in Italia) un volo dell’American Airlines 11 finisce la sua corsa contro la Torre nord del World Trade Center, tra il 93° e il 99° piano di uno dei più alti edifici mai costruiti. Tre minuti dopo sugli schermi della CNN, con cui sono collegate le TV di tutto il mondo, si vede la parte alta dell’edificio circondata da una nuvola di fumo nero che impedisce i soccorsi dall’alto. Lo scenario si fa sempre più agghiacciante, con le prime persone che per la disperazione si gettano nel vuoto dagli ultimi piani. Mentre in strada cominciano a mobilitarsi i soccorsi, i media iniziano a parlare di attentato terroristico. Diciassette minuti dopo la prima esplosione, si vede in diretta un secondo aereo, 175 United Airlines, schiantarsi tra il 77° e l’85° piano della Torre sud. Nei titoli di tutti tg compare la scritta «America under attack». Scatta la procedura d’emergenza per mettere in salvo il Presidente George W. Bush e il divieto di sorvolo su tutto il territorio nazionale. Nel frattempo un terzo aereo colpisce un’ala del Pentagono e un quarto, grazie all’eroica ribellione dei passeggeri, precipita nelle campagne della Pennsylvania. L’apocalisse si completa con il crollo delle due torri tra le 10 e le 10,28, ora di New York. Il cielo di Manhattan si oscura e per i vigili del fuoco diventa arduo soccorrere i sopravvissuti. Ci vorranno settimane per accertare il numero delle vittime. Alla fine si stimerà che su oltre 17mila persone, al lavoro quella mattina nelle Torri gemelle, circa duemila avevano perso la vita, portando a 3mila il numero totale dei morti, comprensivo dei passeggeri e degli equipaggi dei quattro aerei utilizzati per gli attentati. Diciannove in tutto i dirottatori (in maggioranza originari dell’Arabia Saudita) che soltanto dopo le prime indagini si scopriranno essere da tempo oggetto di attenzione da parte dell’FBI. L’11 settembre 2001 resterà una cesura epocale nella storia dell’umanità per i contraccolpi che si avranno nell’economia, nella guerra al terrorismo e soprattutto rispetto alle più stringenti misure di sicurezza che da qui in poi saranno adottate negli aeroporti. Sul luogo delle Torri gemelle verrà allestito un sacrario, meta di una cerimonia in memoria delle vittime tenuta ogni anno. Nell’aprile del 2006 si deciderà, tra dubbi e polemiche, la costruzione di un nuovo edificio, la Freedom Tower, inaugurata nel novembre del 2014.

Nati in questo giorno
Nicola Pietrangeli – E’ un ex tennista italiano degli anni Cinquanta e Sessanta. Ha vinto due volte al Roland Garros (1959 e 1960) e agli Internazionali d’Italia, mentre ha partecipato 18 volte al torneo di Wimbledon, arrivando in semifinale nel 1960. La sua migliore posizione nella classifica mondiale ATP è il terzo posto conquistato nel 1959. È considerato, in virtù di questo palmarès, il più bravo tennista italiano di tutti i tempi. In Coppa Davis ha giocato 164 partite, tra singolare e doppio, stabilendo il primato mondiale di 120 vittorie. È arrivato in finale nel 1960 e 1961, ma la prestigiosa insalatiera l’ha vinta solo nel 1976 come capitano non giocatore, grazie ad Adriano Panatta, Corrado Barazzutti, Paolo Bertolucci e Tonino Zugarelli. Compie 86 anni.
Pupo – Cantautore e showman e registrato all’anagrafe come Enzo Ghinazzi. La scalata della sua carriera inizia nel 1980 quando si presenta a Sanremo con la canzone “Su di noi”, classificatasi terza. Partecipa altre cinque volte al Festival alternando flop a ottimi piazzamenti, l’ultimo nel 2010 con il secondo posto di “Italia amore mio”, cantata insieme ad Emanuele Filiberto di Savoia e al tenore Luca Canonici. Dopo alcuni anni bui, in cui Pupo ha problemi anche con il gioco d’azzardo, ritorna in TV nel 1992, a Sanremo. È grazie alla generosità di Gianni Morandi che riesce a saldare i debiti di gioco, rilanciandosi nel mondo dello spettacolo.
È autore anche di testi cantati da altri gruppi, come “Sarà perché ti amo” dei Ricchi e Poveri. Noto anche come presentatore TV, ha condotto tra gli altri “Affari Tuoi”, “Tutto per tutto”, “Chi fermerà la musica”, “I raccomandati”. Festeggia 64 anni.

Eventi sportivi
2005 – Per la prima volta gli Europei di pallavolo maschile sono organizzati da due paesi: Italia e Serbia-Montenegro. Dopo 34 incontri, disputati tra Roma e Belgrado, con la partecipazione di 12 squadre, il podio finale sancisce lo strapotere del volley italiano: la Nazionale azzurra è per la sesta volta campione d’Europa. Il miglior giocatore del torneo è Alberto Cisolla. In finale gli azzurri piegano per 3 a 2 i russi, mentre nella finale per il 3° posto la Serbia-Montenegro prevale per 3 a 0 sulla Spagna.

Proverbio/Citazione
Pioggia in settembre poco acquista e nulla rende.
“La politica fa male allo sport, mentre lo sport fa molto bene alla politica.” Nicola Pietrangeli