Quantcast

I grandi nomi del Teatro italiano a Mondovì per una Stagione che cresce ancora

Tante le novità, a cominciare dalla doppia data per quattro dei sette spettacoli in programma. Tra i protagonisti Ambra Angiolini, Massimo Popolizio, Umberto Orsini, Ale e Franz.

Mondovì. Sette spettacoli, quattro repliche, due formule di abbonamento e una serata-lancio per parlare anche al pubblico più giovane. Sono queste le principali novità della Stagione Teatrale 2019-2020, che accompagnerà la Città di Mondovì da novembre a marzo, con due inediti appuntamenti fuori abbonamento, aspettando la Stagione e in coda ad essa. Un cartellone di grande qualità e varietà, come sempre proposto grazie alla collaborazione della Fondazione Piemonte dal Vivo e al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

Il genio e la follia di Ludwig Wittgenstein, la disperata epopea della famiglia Joad, lo strazio dell’esodo istriano e poi i cambiamenti climatici, l’ambiente, il bullismo, la scaramanzia, gli amori, le passioni intramontabili, i “piccoli rancori quotidiani”: dall’attualità più stringente alla commedia, fino ai grandi interrogativi dell’umanità, la Stagione Teatrale alle porte si preannuncia capace di scandagliare i più profondi sentimenti dell’animo umano, portando sul palco del “Baretti” alcuni tra i maggiori interpreti del Teatro italiano. A Mondovì arriveranno, infatti, Umberto Orsini, Ale e Franz, Massimo Popolizio, Ambra Angiolini, Simone Cristicchi, Marco Paolini ed Enzo De Caro.

Tra le novità dell’anno, l’appuntamento-lancio in programma per il 9 ottobre alle ore 17, quando il chiostro del Liceo “Vasco-Beccaria-Govone” ospiterà “Macbeth #unplagged”, rivisitazione della celebre tragedia shakespeariana a cura di Davide Lorenzo Palla. L’appuntamento, ad ingresso libero e aperto alla popolazione fino ad esaurimento dei posti, rappresenterà non soltanto un’ulteriore occasione di promozione del cartellone di spettacoli, ma anche un modo per avvicinare il fascino intramontabile del Teatro agli studenti dei Licei e degli Istituti di Istruzione Superiore della Città.

Altra novità, “l’appendice” finale (fuori abbonamento), che vedrà arrivare a Mondovì il colorato chapiteau del “MagdaClan”, compagnia di circo contemporaneo under 35, con lo spettacolo “Emisfero”, un omaggio all’uomo e ai suoi incredibili meccanismi, all’equilibrio quotidiano e al circo della vita.

Un Teatro sempre più per tutti e capace di arrivare a tutti, dunque, che si traduce, in primo luogo, nell’ampliamento del pubblico. Dopo due stagioni “sold out”, infatti, Mondovì propone quest’anno la doppia data per quattro dei sette spettacoli in programma, con l’obiettivo di garantire ad un numero sempre maggiore di monregalesi e appassionati la possibilità di partecipare alla stagione.

«In questo modo – dichiarano il Sindaco di Mondovì, Paolo Adriano, e il Vice Sindaco, Luca Olivieri si andrà quasi a raddoppiare il numero dei posti disponibili, per rispondere alle tante richieste avanzate dai monregalesi nelle ultime due Stagioni. Il risultato ottenuto lo scorso anno indica che c’è tanta voglia di Teatro e che il fascino dell’attore sul palcoscenico continua “ad arrivare” al pubblico. L’obiettivo, ora, resta quello di portare sempre più il Teatro fra la gente, coinvolgendo in particolar modo i giovani e le famiglie: il calendario di questa Stagione saprà certamente farlo al meglio».