Cervere, Andrea Trapanotto vince l’edizione 2019 del Festival di Grinzano foto

Alla 17enne Beatrice Grimaldi il premio della critica

Cervere. Con una straordinaria interpretazione della canzone “L’ultima notte al mondo” di Tiziano Ferro, il fossanese Andrea Trapanotto si è aggiudicato la quarta edizione del Festival di Grinzano, kermesse canora le cui prime tre edizioni si svolsero dal 1987 al 1989. Seconda classificata la 17enne cerverese Beatrice Grimaldi (che si è ance aggiudicata il premio della critica) con il brano “Cambiare” di Alex Baroni. Ha completato il podio Marco Bertola di Fossano con “L’emozione non ha voce” di Adriano Celentano. Il legame tra le prime tre edizioni e quella del 2019 è stato simbolicamente sancito dalla presenza di Marina Gaveglio, oggi come allora sul palco, quest’anno con l’intramontabile “E’ tutto un attimo” di Anna Oxa.

A presiedere la giuria artistica la bravissima cantante cuneese Anna Petracca che, tra un’esibizione e l’altra, ha incantato con la sua straordinaria voce il foltissimo pubblico presente intonando le note della meravigliosa Hallelujah di Leonard Cohen. Giuria della critica presieduta dal giornalista e scrittore grinzanese doc Beppe Ghisolfi.

Il Festival di Grinzano è dunque tornato protagonista dell’estate cerverese a trent’anni esatti dalla sua ultima “apparazione” grazie alla caparbietà ed alla volontà di Roberto Mandola che, insieme alla bellissima Aurora Fumero, ha condotto la serata: “E’ stato tutto meravioglioso, davvero emozionante, fantastico – dichiara Mandola. – Vorrei ringraziare tutti quelli che hanno fatto sì che questa serata fosse davvero magica, in particolare Alessandro Cubeddu, direttore artistico de ‘Il Nostro Festival’ di Centallo. I concorrenti sono stati tutti bravissimi, ma devo dire che a mio parere il primo premio è stato meritatissimo, dunque non posso che essere soddisfatto anche sotto questo aspetto”.