Quantcast

A Demonte esposizione di “Raccolte nel tempo: dalla collezione di Cesare Botto” foto

Sabato 7 settembre la professoressa Maria Teresa Barolo parlerà della «Nascita del Gotico in Italia»

Demonte. La «Associazione Amici di Demonte» invita a visitare una curiosa «Esposizione collettiva», nelle suggestive sale di Palazzo Borelli. «Raccolte nel tempo: dalla collezione di Cesare Botto» è panoramica unica sulla arte contemporanea non solo locale, delicata, di uno dei protagonisti cuneesi nel settore, noto pittore, con amicizie e conoscenze di livello nazionale ed internazionale, sensibilità e gusto che non sbagliano (pezzo ricorda sua iniziativa portata avanti con il fotografo Ober Bondi). L’iniziativa, in cui nessuna opera è trascurabile, resterà aperta fino a domenica 8 settembre, con orario 16,30-18 (sabato e domenica anche 10,30-12).

L’iniziativa segue quella storica, «Pittura Realista Sovietica del Disgelo 1960/1980», in cui vi era omaggio al pittore cuneese Giovanni Gagino (scomparso negli anni scorsi, ultranovantenne), di cui anche Botto espone opera.

Sabato 7 settembre, alle 21, nella Sala delle Feste del Palazzo, la professoressa Maria Teresa Barolo, parlerà della «Nascita del Gotico in Italia», con proiezione.
L’androne ospita, permanentemente, installazione in terracotta della artista romana trapiantata a Torino, Paolo Malato, «Crossings – Il tempio dell’uomo», una «crocefissione», tappa di una costante ricerca espressiva.