Quantcast

Riparte la stagione al Cinema Lux di Busca

Progetto "Costruiamo la comunità"

Più informazioni su

Busca. Il Méliès è lieto di annunciare la nuova stagione cinematografica al Cinema Lux, che alzerà il sipario sabato 7 settembre prossimo con il nuovo lavoro della Disney “Il Re Leone“, già campione di incassi negli Stati Uniti, giunto in Italia a fine agosto! Per la stagione 2019/20 la sala buschese è stata selezionata dall’ACEC (Associazione Cattolica Esercenti Cinematografici) per ospitare il nuovo progetto “Costruiamo la Comunità – dai social network alla comunità“.

L’iniziativa, promossa da ACEC in collaborazione con l’Ufficio Comunicazioni Sociali e la Fondazione Comunicazione a Cultura della CEI, prende spunto dal settantesimo anniversario di costituzione dell’ACEC-SdC e dal messaggio di Papa Francesco per la 53ma Giornata mondiale delle comunicazioni sociali. Il progetto, realizzato in sessanta sale in tutta Italia, pone l’attenzione sulla persona calata nella realtà contemporanea; ogni soggetto può far parte di una molteplicità e, allo stesso tempo, di nessuna comunità. Questa asserzione descrive il paradosso di questo tempo, che ci porta a confrontarci tanto con il senno tanto con l’aberrazione che convivono nella comunicazione contemporanea.

Nello scenario attuale, ha spiegato Papa Francesco, la community dei social non è automaticamente sinonimo di comunità; nel migliore dei casi la community può dare prova di coesione e solidarietà, rimanendo però un mero aggregato di individui che si riconoscono intorno a interessi e argomenti caratterizzati da legami deboli. Troppe volte, nel web, l’identità si fonda sulla contrapposizione nei confronti dell’altro, dell’estraneo al gruppo.

Fondamentale diviene non accontentasti di avere soltanto una community di successo, ma saperla accompagnare a mostrarsi nel suo volto adulto di comunità. Una rivelazione odierna che si compie anche nell’esperienza della Sala della Comunità (come il Lux), esempio virtuoso di dialogo e contaminazione costante tra community e comunità. I titoli proposti in quel di Busca, per riflettere e confrontarsi sul tema saranno Santiago, Italia di Nanni Moretti, venerdì 20 settembre: il film racconta, attraverso le parole dei protagonisti e i materiali dell’epoca, i mesi successivi al colpo di stato dell’11 settembre 1973 che pose fine al governo democratico di Salvador Allende in Cile.  Il film si concentra, in particolare, sul ruolo svolto dall’ambasciata italiana a Santiago, che diede rifugio a centinaia di oppositori del regime del generale Pinochet, consentendo poi loro di raggiungere l’Italia. Presentato al Torino Film Festival, la pellicola è stata insignita del David di Donatello negli scorsi mesi.

Secondo appuntamento venerdì 27 settembre con il titolo Dove bisogna stare di Daniele Gaglianone e Stefano Collizzolli: quattro donne italiane, di provenienze diverse, sono impegnate, a titolo volontario, nell’accoglienza dei migranti: Lorena, pensionata di Pordenone, aiuta come può dei pakistani nascosti in rifugi provvisori; Elena, in un paese vicino della Val di Susa, ospita in casa un ragazzo che ha attraversato a piedi nudi sotto la neve la frontiera; Jessica è tra i responsabili del centro sociale Rialzo di Cosenza; a Como Elena cerca ospitalità e fornisce informazioni pratiche agli immigrati. Distribuito da Zalab, il tema è di incredibile attualità; al termine della proiezione sarà presente in sala il regista DANIELE GAGLIANONE che incontrerà gli spettatori e risponderà alle domande del pubblico.

Gli spettacoli sono fissati per le ore 21, con ingresso unico a 4 euro. Per ulteriori informazioni 3491817658 o direttivo@cineclubmelies.it!

Più informazioni su