Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Buongiorno di Cuneo24

Nasce Dolly, primo mammifero clonato. Il primo essere vivente nato grazie alla scienza e all'ingegno umano, era il 1996

Cuneo. Il sole è sorto alle 5:47 e tramonta alle 21:22. Durata del giorno quindici ore e trentacinque minuti. Fase lunare: luna crescente.

Santi del giorno
Sant’Antonio Maria Zaccaria, sacerdote.
San Domezio il Medico, eremita.
Sant’Agatone, martire.

Avvenimenti
1687 – Newton pubblica i Principia Mathematica. La legge di gravitazione universale e i concetti di “massa” e di “forza”, alla base delle leggi sulla dinamica, sono i principali meriti di quell’inestimabile eredità, lasciata al genere umano da Isaac Newton con i suoi Philosophiae Naturalis Principia Mathematica.
1841 – Cook inventa il viaggio organizzato. “Dove vai in vacanza quest’anno?” è una domanda che fino a poco più di un secolo e mezzo fa erano soliti scambiarsi, esclusivamente, i nobili o gli appartenenti all’alta borghesia, in breve tutti coloro che possedevano un cospicuo conto in banca. I soli, in breve, a potersi permettere uno degli affascinanti viaggi del Grand Tour, con cui si andava alla scoperta della cultura e dell’arte dei diversi popoli europei. A questo “turismo per ricchi” si ribellò Thomas Cook, un tipografo inglese di umili origini, assai devoto alla fede battista e membro della Società della Temperanza, di cui sposava la crociata contro l’alcolismo. Con l’idea di dare sollievo ai poveri operai sfruttati dalla nascente economia capitalista e rinfrancarne lo spirito, in senso religioso, organizzò un’escursione in treno da Leicester a Loughborough per 570 persone, al costo di uno scellino a testa; la quota comprendeva oltre al biglietto anche il pasto della giornata. Era il 5 luglio del 1841, passata alla storia come data di nascita del primo viaggio organizzato, nella visione moderna, e della prima forma di turismo di massa.
1946 – Lancio del bikini. Una novità dalla portata “esplosiva”. Animato da questa intenzione, il sarto francese Louis Reard presenta alla piscina Molitor di Parigi un nuovo costume da bagno, destinato a cambiare radicalmente, e per sempre, la moda estiva femminile. Per rimarcare l’effetto dirompente del due pezzi, si rifà alle due bombe all’idrogeno testate dagli Stati Uniti sull’atollo di Bikini, nelle isole Marshall. La reazione iniziale della gente è di vergogna ad indossare un costume così piccolo e che lascia scoperto l’ombelico. Tant’è che Reard fatica a trovare una modella disponibile a indossarlo; la prima è Michelle Bernardini. Le grandi star del cinema come Brigitte Bardot e i concorsi di bellezza contribuiranno alla diffusione del bikini a partire dalla seconda metà degli anni Cinquanta.
1996 – Nasce Dolly, primo mammifero clonato. Il primo essere vivente nato grazie alla scienza e all’ingegno umano. La pecora Dolly è entrata nella storia, oltre che nei trattati di biologia, in quanto primo mammifero creato con successo attraverso la clonazione.

Nati in questo giorno
Gianfranco Zola – Nel Napoli ha giocato con Maradona, contento che la società avesse acquistato uno più basso di lui. Questa esperienza ha probabilmente perfezionato le sue notevoli doti tecniche (in particolare i calci piazzati), che gli hanno consentito di essere considerato tra i migliori calciatori italiani degli anni Novanta e Duemila. Dal 1989 al 1993 ha indossato la maglia azzurra (anche la numero 10 dopo la partenza del Pibe de oro), conquistando lo scudetto 1989/90 e la Supercoppa italiana 1990. Dal 1993 al 1996 è stato un calciatore del Parma, vincendo Supercoppa (1993) e Coppa (1994/95) UEFA. Nel 1996 si è trasferito in Premier League, giocando fino al 2006 nel Chelsea. In sette stagioni (229 presenze e 59 reti) ha arricchito il suo palmarès, a livello europeo, con una Supercoppa europea (1998) e una Coppa delle Coppe (1997/98). Al ritorno in Italia ha giocato dal 2003 al 2005 nel Cagliari. In Nazionale ha totalizzato 35 presenze, partecipando al secondo posto dei Mondiali del 1994. Da allenatore ha diretto West Ham (2008/10), Watford (2012/13) e, per poco più di due mesi (24 dicembre 2014 – 9 marzo 2015), Cagliari. In seguito è diventato, nell’agosto 2015, il tecnico dell’Al-Arabi, società del Qatar, e, dal dicembre 2016 all’aprile 2017, del Birmingham City. Nella stagione 2018/19 è al Chelsea come vice-allenatore di Maurizio Sarri. Festeggia 53 anni.
Giancarlo Magalli – E’ un noto autore e conduttore televisivo. Animatore del primo villaggio turistico italiano alla fine degli anni ‘60, ha scritto numerosi testi per il teatro e il cabaret ed è stato autore di varie trasmissioni televisive, tra cui “Non Stop”, “Pronto Raffaella” e “Pronto, chi gioca?”. È stato, inoltre, anche attore e doppiatore cinematografico. Compie 72 anni.

Eventi sportivi
1982 – Il Mondiale di calcio di Spagna ’82 ha una formula con due fasi a gironi, semifinali e finali. La Nazionale italiana supera il primo girone, classificandosi al secondo posto dietro la Polonia, con tre pareggi (le altre squadre sono Perù e Camerun): un inizio certamente non esaltante. Nella seconda fase a gruppi l’Italia è con l’Argentina e il Brasile. Il 29 giugno gli azzurri, con i gol di Tardelli e Cabrini, piegano per 2 a 1 l’Argentina, campione del mondo in carica. L’ultimo ostacolo verso la semifinale è il Brasile, vittorioso contro gli argentini e da tutti considerato favorito per la vittoria finale. I ragazzi di Bearzot sono in crescendo e la Gazzetta dello Sport titola “Provateci ancora”. Il valore della sfida del 5 luglio 1982 è altissimo e l’Italia si qualifica solo con la vittoria. La Nazionale verdeoro scende in campo con una delle migliori formazioni della sua storia: Zico, Eder, Cerezo, Falcao e Socrates su tutti. Gli azzurri schierano calciatori che entreranno nella storia del calcio italiano. La partita ha un’altalena di gol che alla fine premia gli italiani per 3 a 2, con una tripletta di Paolo Rossi (poi soprannominato “Pablito”) e con le reti, per i brasiliani, di Socrates e Falcao. Indimenticabili i 14 minuti finali, sul risultato di 3 a 2, durante i quali un gol regolare di Antognoni non è convalidato e Dino Zoff para sulla linea un colpo di testa di un avversario. “L’Italia è semifinalista” grida il telecronista Nando Martellini (schiarendo la voce per una successiva storica esultanza!), ormai c’è solo la Polonia tra gli azzurri e la vittoriosa finale con la Germania Ovest.

Proverbio/Citazione
Se non fa caldo di luglio e di agosto,sarà tristo il mosto.
“L’Italia è semifinalista” Nando Martellini