Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il cuneese Sandro Bozzolo tra i testimonial della 4° Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza foto

Bambini felici... con la buona educazione

Cuneo. La 4° Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza, che quest’anno tratterà “Bambini Felici… con la Buona Educazione”, che si svolgerà il 20-21-22-23 Settembre 2019, in tutta Italia, avrà tra i suoi testimonial Antanas Mockus e Sandro Bozzolo.

Che hanno recentemente partecipato al Biografilm Festival di Bologna, con un film biografico, che aveva Mockus tra i protagonisti. In quest’occasione ha ricevuto il premio alla carriera. Bozzolo è stato fondamentale per fare conoscere in Italia l’esperienza che ha maturato Antanas, amministrando come Sindaco, la Capitale della Colombia, Bogotà, negli anni ’90. Mockus è stato scelto come testimonial, per essere stato un buon esempio nell’avere contribuito a diffondere la gentilezza e la buona educazione. Attraverso alcuni “giochi sociali”, contribuì a cambiare in meglio il modo di pensare dei propri concittadini, migliorando la loro qualità di vita.

Ad esempio sostituendo i vigili, con dei clown e dei mimi che deridevano chi commetteva le infrazioni stradali, questo fu incisivo nell’aumentare la sicurezza stradale e ridurre il numero di incidenti. I cittadini di Bogotà mal tolleravano essere presi in giro, più delle sanzioni, questo li indusse a prestare più attenzione al rispetto delle regole stradali.

L’Associazione Culturale Cor et Amor (di Ivrea), che si occupa di curare la comunicazione della Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza, ha proposto, tra i giochi che gli organizzatori delle attività (famiglie, associazioni sportive, scuole, biblioteche..) potranno organizzare autonomamente nei propri Comuni, rivolti a piccoli e grandi, il gioco del Mi Piace. Ispirandosi ad un gioco sociale che era stato proposto a Bogotà per rinforzare nei cittadini le azioni positive e la percezione della bellezza.

Proprio quest’ultima, ha spiegato Mockus “è stata importante per accrescere la sensibilità dei cittadini verso il bene pubblico, facendoli divenire più orgogliosi della propria città”. Il gioco sarà semplice, durante i 4 giorni di Settembre in cui si svolgerà la ricorrenza su I Giochi della Gentilezza, i cittadini Italiani, che sceglieranno di partecipare, potranno andare in giro ed ogni volta che vedranno qualcosa di ben fatto, dovranno fare vedere il mi piace all’altra persona, mostrando il pollice all’insù.

Un “gioco sociale”analogo, con un riscontro altrettanto positivo, è stato proposto con il progetto Giochiamo Insieme al Parco Giochi, dall’Associazione Cor et Amor, per tutto il mese di Maggio di quest’anno, nella Città di Ivrea e nei Comuni di Bollengo e Chiaverano. Coinvolgendo le amministrazioni pubbliche locali, le scuole, le famiglie e molte associazioni del territorio. Per aderire alla giornata è sufficiente compilare il form dalla pagina 22 Settembre Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza.