Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Buongiorno di Cuneo24

La macchina da scrivere andò a braccetto con il giornalismo fin dai suoi primordi. Fu infatti il direttore di un giornale di Milwaukee (Wisconsin), tale Christopher Latham Sholes, a perfezionarla e a farne un prodotto di successo commerciale. Era il 1868

Cuneo. Il sole è sorto alle 5:41 e tramonta alle 21:23. Durata del giorno quindici ore e quarantadue minuti.

Santi del giorno
San Giuseppe Cafasso, sacerdote, è il protettore dei carcerati e dei condannati a morte.
San Lanfranco Beccari, vescovo di Pavia.
San Tommaso Garnet, martire in Inghilterra.

Avvenimenti
1868 – La macchina da scrivere andò a braccetto con il giornalismo fin dai suoi primordi. Fu infatti il direttore di un giornale di Milwaukee (Wisconsin), tale Christopher Latham Sholes, a perfezionarla e a farne un prodotto di successo commerciale. Nacque così la Typewriting machine (traduzione inglese di “macchina da scrivere”) che i due brevettarono nel giugno del 1868. Questo modello presentava una tastiera simile a quella di un pianoforte con tasti neri e tasti bianchi, fatti rispettivamente di ebano e avorio, disposti in due file. Le lettere erano tutte in maiuscolo, mentre mancavano i numeri “zero” e “uno”, ritenuti superflui in quanto sostituibili con le lettere “O” e “I”. Lavorando sul primo prototipo, Sholes ebbe un’intuizione straordinaria per il definitivo successo della sua invenzione. Si accorse della scarsa funzionalità della disposizione in ordine alfabetico delle lettere; di qui decise di adottare un diverso ordine che separava le coppie di lettere più utilizzate, facendo sì che i martelletti non si incastrassero. Denominato QWERTY (dalle prime cinque lettere della fila più in alto), quel sistema venne poi adottato anche per le tastiere dei computer.
1960 – All’inizio dell’estate del 1960, le donne americane poterono acquistare per la prima volta questo nuovo farmaco anticoncezionale chiamato Enovid. La scoperta risaliva a due anni prima, grazie agli studi effettuati da tre medici (Garcia, Rock e Pincus) che, partendo dalle prime ricerche effettuate nel 1931 dal ginecologo austriaco Haberlandt, sperimentarono una pillola che inibiva il processo ormonale all’origine dell’ovulazione.
1969 – Esce il primo numero del quotidiano Il manifesto.
2008 – Viene trovata acqua su Marte

Nati in questo giorno
Francesca Schiavone – E’ un’ex tennista. È stata la prima donna italiana e il terzo italiano in assoluto, dopo Nicola Pietrangeli e Adriano Panatta, ad aver vinto un torneo del Grande Slam, nel singolare. Nella classifica mondiale WTA la sua migliore posizione è il quarto posto, raggiunto il 31 gennaio 2011, unica tennista italiana ad arrivare così in alto. Nel 2010 ha vinto il torneo singolare agli Open di Francia. Con la Nazionale ha vinto tre volte (2006, 2009 e 2010) la Fed Cup (la Coppa Davis al femminile). Il 5 settembre 2018 ha annunciato il ritiro dall’attività agonistica e l’intenzione di diventare allenatrice. Festeggia 39 anni.
Fabio Volo – Da mattatore radiofonico ad autore di successo, è uno dei protagonisti del mondo dello spettacolo e della cultura. Compie oggi 47 anni.

Eventi sportivi
1894 – A Parigi, per iniziativa del barone de Coubertin, viene costituito il CIO (dal francese Comité International Olympique), Comitato Olimpico Internazionale, per organizzare i Giochi Olimpici dell’era moderna. La prima edizione si svolge in Grecia nel 1896. Tra i nove presidenti del CIO, il più influente è senz’altro Juan Antonio Samaranch, che dal 1980 al 2001, tra proteste e scandali, guida lo sport olimpico superando l’apertura al professionismo, agli sponsor e ai media.

Proverbio/Citazione
La vigilia di San Giovanni (23),piove tutti gli anni.
“Amare una persona significa anche gioire della sua felicità altrove…” Fabio Volo