Cuneo, la neurochirurgia del S. Croce e Carle ha un nuovo primario foto

Si tratta di Michele D'Agruma, nominato dal direttore generale Corrado Bedogni

Cuneo. Michele D’Agruma è stato nominato dal direttore generale dell’azienda ospedaliera S. Croce e Carle Corrado Bedogni, primario della struttura di Neurochirurgia. Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Ferrara, dove ha conseguito anche la specializzazione e un diploma di perfezionamento in Neurosonologia Clinica, D’Agruma è dipendente dell’azienda ospedaliera cuneese dal 2003 (dal novembre 2014 è facente funzioni della struttura).

Negli anni di attività presso il S. Croce e Carle ha posto particolare interesse per la patologia tumorale cranica, che tratta soprattutto con l’utilizzo del neuronavigatore. Si è occupato di patologie
neurochirurgiche rare ed è membro del gruppo di lavoro denominato “consorzi”, che ha il compito di definire su alcune malattie rare, indicazioni e raccomandazioni diagnostiche e assistenziali per le regioni Piemonte e Valle d’Aosta.

D’Agruma, inoltre, ha introdotto e sviluppato le più moderne tecniche di intervento mini-invasivo. Lo scorso anno ha brevettato il “D’Agruma Truss Rod”, mini-protesi di materiale biologico e
biopolimeri, che stimola l’ossificazione naturale nei pazienti affetti da patologia degerativa alla colonna vertebrale.