Il Buongiorno di Cuneo24

Strage di Capaci: una bomba fa saltare l'autostrada mentre transitano le auto del giudice Giovanni Falcone e della scorta, era il 1992

Cuneo. Il sole è sorto alle 5:50 e tramonta alle 21:03. Durata del giorno quindici ore e tredici minuti.

Santi del giorno
San Desiderio da Genova, vescovo e martire.
Servo di Dio Girolamo Savonarola, domenicano, riformatore.
San Giovanni Battista de’ Rossi, sacerdote.

Avvenimenti
1498 – Morte di Savonarola al rogo.
1883 – “…nell’anno di grazia 17, prendo in mano la penna e torno al tempo in cui mio padre gestiva la locanda dell'”Ammiraglio Benbow” e al giorno in cui il vecchio uomo di mare, abbronzato e sfregiato da una sciabolata, prese per la prima volta alloggio sotto il nostro tetto”. Un incipit che da oltre un secolo stimola la fantasia e il senso d’avventura di milioni di giovani lettori. Con il romanzo L’isola del tesoro, infatti, ebbe inizio il mito dei pirati e delle loro mappe con la celebre “X”, ad indicare tesori nascosti su sperdute isole del Pacifico. Il libro, pubblicato il 23 maggio del 1883 dallo scrittore scozzese Robert Louis Stevenson, narra le vicende del 14enne Jim Hawkins che rimane affascinato dalla figura di un vecchio marinaio, ospitato nella locanda di famiglia, e dall’alone di mistero che lo circonda; il ritrovamento di una mappa nel baule di quest’ultimo, nel frattempo morto, porterà Jim ad avventurarsi tra luoghi esotici e feroci pirati.
1992 – Strage di Capaci. “A questa città vorrei dire: gli uomini passano, le idee restano, restano le loro tensioni morali, continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini”. Una sorta di testamento spirituale che Giovanni Falcone lascia alla sua Palermo e a chiunque scelga di offrire le proprie gambe a quelle idee, per cui lui ha speso tutta una vita. La feroce vendetta della mafia non riuscirà a cancellare il suo alto esempio di difensore della legalità e di umile servitore dello Stato. Sabato 23 maggio alle 17.40, Falcone e la moglie, Francesca Morvillo, atterrano all’aeroporto palermitano di Punta Raisi. Da qui proseguono a bordo di tre Fiat Croma blindate, su una delle quali si mette alla guida lo stesso magistrato con accanto la moglie, scortata dalle altre due con dentro sei agenti. Pochi minuti dopo aver imboccato l’autostrada A29, nelle vicinanze dell’uscita di Capaci, una mano assassina aziona con un radiocomando a distanza 500 chilogrammi di esplosivo, nascosti in un tombino dell’autostrada. Le lancette dell’orologio segnano le 17,56 quando l’istituto di Geofisica registra la tremenda esplosione. Un quarto d’ora dopo arrivano i primi soccorsi e lo scenario che si trovano davanti è agghiacciante: l’asfalto non c’è più e al suo posto c’è una voragine larga trenta metri e profonda otto, che racchiude un ammasso confuso di macerie, lamiere e corpi.
2003 – Il venticinquenne Sherpa nepalese, Pemba Dorjie Sherpa, compie la più rapida ascensione di sempre dell’Everest, in 12 ore e 45 minuti.

Nati in questo giorno
Rubens Barrichello – Nato a San Paolo in Brasile, anche se di origini italiane, è stato un pilota automobilistico. Dimostratosi una promessa sin dagli inizi, ha fatto il suo esordio in F1 nel 1993 e l’anno successivo ha ottenuto un record dopo essere scampato ad un incidente quasi fatale. In carriera ha corso per scuderie come Jordan, Stewart, Ferrari, Honda, Brawn e Williams, vincendo 11 GP e arrivando 2 volte secondo al Mondiale prima nel 2002, con un finale intriso di polemiche, poi nel 2004. Entrambe le volte era alla guida di una Ferrari e sempre dietro solo al compagno di scuderia Michael Schumacher. A 39 anni ha annunciato il ritiro dalla Formula 1, continuando però a correre nell’IndyCar e successivamente a gareggiare in patria nello Stock Car. Compie oggi 47 anni.
Massimo Ceccherini – Toscanaccio di Firenze, è un comico che si distingue per lo stile boccaccesco e irriverente. È diventato famoso grazie ai film comico-amorosi di Leonardo Pieraccioni, col quale ha girato tra gli altri “I laureati”, “Il ciclone” e “Il paradiso all’improvviso”. Festeggia oggi 54 anni.

Eventi sportivi
2007 – La finale della 15ª UEFA Champions League si gioca allo Stadio Olimpico di Atene. Le finaliste sono il Milan, allenato da Carlo Ancelotti, e il Liverpool di Rafael Benítez. Per i milanisti è la rivincita della finale di Istanbul del 2005, persa ai rigori. Tra i protagonisti in campo ci sono: per i rossoneri Oddo, Nesta, Maldini, Kaká (capocannoniere della competizione con 10 reti), Pirlo e Inzaghi; per gli inglesi Xabi Alonso, Steven Gerrard e Javier Mascherano. Il goleador Filippo Inzaghi segna una doppietta, gli inglesi accorciano le distanze con una rete di Dirk Kuijt, e capitan Maldini può sollevare la tanto sospirata Coppa, la settima (ovviamente compresa la Coppa dei Campioni) su undici finali. Per il Liverpool è la seconda sconfitta su sette finali giocate.

Proverbio/Citazione
Maggio, per vestirsi pesante ci vuole coraggio.
“L’importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa. Ecco, il coraggio è questo, altrimenti non è più coraggio ma incoscienza.” Giovanni Falcone