Quantcast

Cuneo, con il FAI alla scoperta di arte, natura e cultura della Val Grana

Mercoledì 22 maggio, ore 20:45, il quarto incontro del ciclo “FAIriflettere: alla scoperta del bello intorno a noi”.

Cuneo. Prosegue il ciclo di incontri “FAIriflettere, alla scoperta del bello intorno a noi” proposti dalla Delegazione FAI per approfondire temi legati all’arte e al patrimonio che ci circonda, per conoscerlo meglio e poterlo così apprezzare nei suoi vari aspetti, in una sorta di presa di coscienza che ci possa aiutare a riscoprire la bellezza intorno e riappropriarci delle nostre origini.

Mercoledì 22 maggio, alle 20:45, si propone un viaggio virtuale in Val Grana, un territorio ancora intatto, dove si intrecciano storia antica e cultura incontaminata, tradizioni culturali e un patrimonio artistico preziosamente celato in spazi montani apparentemente selvaggi, tutti da scoprire, come il suo paesaggio naturale, un grande giardino botanico da cui la capacità dell’uomo trae prodotti di eccellenza gastronomica, come il Castelmagno, re dei formaggi e formaggio dei re, simbolo assoluto della valle.

Conduttori ideali di questo viaggio saranno Renato Lombardo, già medico a Pradleves per trentatré anni dove ha condotto ricerche etnoantropologiche e naturalistiche delle vallate alpine sud-occidentali, in particolare le valli Maira, Grana e Stura e Lele Viola, insegnante di materie tecniche all’Istituto Agrario di Cuneo, appassionato ricercatore del passato nelle valli Grana e Stura, su cui ha scritto numerosi testi pubblicati in libri e riviste varie.

“Il patrimonio che ci circonda è l’espressione della nostra cultura, della nostra storia e delle nostre radici, fatta di cose anche piccole, che rimandano alla vita quotidiana ma che identificano i luoghi rendendoli unici. Una moltitudine di testimonianze che sono la ricchezza di un territorio, spesso sottovalutato o non conosciuto, convinti che solo i grandi monumenti o gli artisti più famosi possano rappresentare un vero interesse” anticipa Roberto Audisio, capo delegazione FAI di Cuneo e responsabile comunicazione FAI Piemonte e Valle d’Aosta “Impariamo a guardare il mondo in cui viviamo con occhi nuovi e scopriremo che viviamo in un territorio ricco di bellezza ovunque, anche dietro gli angoli di casa nostra, orgogliosi di essere italiani, cittadini di un Paese che il mondo intero ci invidia.”

L’incontro si terrà nella sala convegni della “Fondazione Collegio Geometri di Cuneo”, in via San Giovanni Bosco 7/h (complesso Agorà), gentilmente concesso grazie alla convenzione fra le due organizzazioni che hanno il comune intento di valorizzare il territorio cuneese.

È previsto un contributo libero minimo di 10 euro (8 euro per gli iscritti al FAI) interamente devoluto al FAI per il recupero, la tutela e valorizzazione del patrimonio italiano con possibilità di iscriversi al FAI in loco rivolgendosi al banco informazioni.