Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Torino, “Michele Pellegrino. Persone” a Fo.To 2019

Gli scatti in bianco e nero del fotografo cuneese che racconta la vita attraverso i volti in un'esposizione organizzata dalla Fondazione Bottari Lattes

Torino. La vita attraverso gli sguardi, i volti, i gesti, i corpi e le azioni di persone comuni che hanno vissuto, lavorato, amato, pregato nella campagna cuneese degli anni Settanta, immortalati dall’occhio fotografico e poetico di Michele Pellegrino. Una trentina di scatti dedicati a donne e uomini dal fotografo cuneese, nato nel 1934 e originario di Chiusa Pesio, sono al centro della mostra “Michele Pellegrino. Persone” che inaugura venerdì 3 maggio alle ore 18 allo Spazio Don Chisciotte Lattes a Torino (via della Rocca 37b), organizzata dalla Fondazione Bottari Lattes in collaborazione con la Fondazione CRC nell’ambito della seconda edizione di Fo.To. Fotografi a Torino.
Storie di vita rurale in una campagna che si va svuotando, momenti di riflessione religiosa, il lavoro e gli attimi di riposo, il vissuto della quotidianità, i giorni di festa e delle cerimonie, ma anche delicate scene di femminilità. Ritratti di mezzadri di pianura, montanari delle alture delle Langhe, frati e suore di clausura, coppie appena sposate o spose pronte per il sì, camerieri con i loro vassoi e operai che raggiungono la città, giovani corpi di donne spensierate tra la natura. Tanta vita in questa selezione di scatti che ben rappresentano l’essenza della poetica di Pellegrino, che dal reale si fa simbolica: rappresentare storie insieme realistiche e fantastiche, documentarie e allegoriche, spirituali e a tratti spiritose, per invitare a riflettere sulla vita umana.

La mostra nasce dal successo dell’ampia esposizione “Michele Pellegrino. Una parabola fotografica”, organizzata a Cuneo l’estate scorsa dalla Fondazione CRC e curata da Enzo Biffi Gentili, dedicata ai cinquant’anni di carriera di Pellegrino. L’iniziativa è stata resa possibile dalla donazione dell’intero archivio da parte del fotografo alla Fondazione all’interno del progetto Donare, che dal 2017 ha raccolto e valorizzato importanti collezioni e opere di artisti della provincia di Cuneo.

La mostra a Torino è accompagnata da “Storie”, una speciale monografia sull’intera opera di Pellegrino edita da Skira per l’esposizione cuneese del 2018 e arricchita da testi critici di Enzo Biffi Gentili e Walter Guadagnini. La mostra “Michele Pellegrino. Persone” rientra nel programma della seconda edizione di Fo.To. Fotografi a Torino, che si svolge dal 3 maggio al 16 giugno 2019 (www.fotografi-a-torino.it).

“Quando iniziai a fotografare, nel 1967, capii subito che l’apparecchio fotografico sarebbe stato per me uno strumento di apprendimento. La visione attraverso il mirino moltiplicava la mia ingenuità visiva ed il mondo mi appariva straordinario. Ero un po’ come il turista, che osserva estasiato le vedute di maniera del cannocchiale a gettoni. D’altra parte si sa che gli innamoramenti tardivi stravolgono spesso la realtà ed io, in quel momento, non sfuggivo alla regola. Comunque sia, un passo dopo l’altro, maturò in me la consapevolezza che la fotografia mi avrebbe aiutato, non solo a veder il mondo con occhi diversi, ma anche a capire me stesso. Come in tutti i mestieri il percorso è stato difficile e accidentato, ed ebbi più volte il timore di fallire. Mi rendevo conto che era relativamente facile sedurre lo spettatore con delle belle immagini sentimentali, mentre era molto più difficile realizzare nel tempo un progetto per raccontare una storia. Adesso le fotografie sono di fronte a voi […]. Ancora una volta provo l’emozione di una scommessa con me stesso, non mi presento a voi per cercare il consenso, che pure è necessario, ma con il desiderio di sollecitare la vostra curiosità per un lavoro che mi ha permesso di avvicinarmi a domande fondamentali quali, chi siamo e da dove veniamo”. Michele Pellegrino (dal sito michelepellegrino.net).

“Questa nuova occasione contribuisce a far conoscere a un pubblico più ampio l’opera di Michele Pellegrino e prosegue il percorso del progetto Donare, iniziativa che vuole rafforzare lo spirito di condivisione e promuovere nuove e concrete opportunità per destinare le donazioni”, aggiunge Giandomenico Genta, presidente della Fondazione CRC

Inaugurazione: venerdì 3 maggio, ore 18
Mostra da venerdì 3 maggio a sabato 15 giugno 2019 – ingresso libero
Orari: martedì-sabato ore 10.30-12.30 / 15-19

Info: 011.1977.1755; segreteria@spaziodonchisciotte.it